OSSERVATORIO. Dal 2012 l’Rc auto si paga alle Province

L’Rc auto obbligatoria costituisce una delle principali spese relative all’auto di proprietà. Per questo e per il fatto che la polizza, già alta, subisca continui aumenti, gli automobilisti si rivolgono alla rete, dove possono confrontare le assicurazioni auto più vantaggiose e più adatte al proprio veicolo e alleggerire la spesa assicurativa.

Dal 2012 il prelievo sull’Rc auto diventerà un tributo provinciale e potrà subire un ulteriore rincaro fino al 18%: è la “sorpresa” per gli automobilisti prevista dalla riforma federale e contenuta nel decreto sul fisco regionale che, dopo essere stato approvato dalla bicamerale, dovrà ricevere l’ok definitivo da Palazzo Chigi.

Saranno dunque le Province – che si occuperanno soprattutto di strade e mobilità – a beneficiare del gettito dell’imposta sulle assicurazioni, in base al principio che le entrate devono essere collegate alle funzioni da svolgere. Gli enti avranno la possibilità di aumentare o diminuire del 3,5% l’aliquota che oggi si attesta al 12,5% attraverso una delibera provinciale: il pagamento da parte degli automobilisti andrà effettuato non più alla compagnia assicurativa ma direttamente all’amministrazione, attraverso una nuova modulistica che sarà emanata dall’Agenzia delle entrate entro quest’anno.

Un’altra novità prevista dal decreto sul fisco è la modifica dell’imposta provinciale sulle trascrizioni (Ipt), che non sarà più fissa bensì modulata in base al tipo di veicolo, alla cilindrata, alla potenza. Fino alla fine di quest’anno resterà comunque in vigore la normativa attuale. Infine, a partire dal 2013, le amministrazioni provinciali beneficeranno anche di una parte del bollo auto, che pur rimanendo una tassa regionale verrà parzialmente indirizzato verso le Provincie.

In attesa che le novità su Rc auto e Ipt entrino in vigore, gli automobilisti hanno la possibilità di risparmiare scegliendo in modo oculato la propria polizza auto: un aiuto in questa direzione può arrivare dai comparatori online come Supermoney, il portale che mette a confronto le assicurazioni auto di 17 società e permette di ottenere un risparmio sulla polizza fino a 500 euro.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.