OSSERVATORIO. Ddl antifrodi, primo via libera in Commissione Finanze

I costi delle assicurazioni auto italiane si attestano su cifre abbastanza elevate rispetto alla media europea. Questo comporta grosse spese per i consumatori che si ritrovano a pagare polizze troppo esose in relazione ai redditi medi. Informandoci sulle offerte più interessanti del mercato è possibile, tuttavia valutare le assicurazioni auto più convenienti del momento così da trovare velocemente una soluzione in linea con le nostre richieste ed esigenze.

 

Di recente, nel Mezzogiorno i consumatori, tramite il coordinamento dell’Adoc hanno avviato delle petizioni per contrastare il rincaro delle polizze Rca auto e tutelare le economie delle famiglie in difficoltà a causa dei continui aumenti.

 

A tal proposito il parlamentare Francesco Barbato, al termine della seduta della presidenza della Commissione Finanze della Camera ha annunciato che il decreto legislativo elaborato per arginare il rincaro del settore assicurativo auto potrebbe ricevere il primo via libera in Commissione giovedì 27 gennaio. Come aveva anche riportato Helpconsumatori il Ministro Romani aveva comunicato che i provvedimenti presi a seguito dell’incontro con Ania e Isvap del 4 gennaio sarebbe confluiti in una proposta al vaglio della commissione Finanze della Camera per dare un taglio ai costi delle tariffe rc auto.

 

Alla messa a punto del testo definitivo da parte dei tecnici del Ministero e della Commissione seguirà quindi l’aspettata approvazione che potrebbe mettere un freno ad una situazione allarmante già da tempo, anche se per adesso solo sul fronte del contrasto alle frodi assicurative. Barbato ha confermato infatti che la priorità saranno al momento la questione delle frodi e solo in seguito si regoleranno le questioni come quella riguardante l’indennizzo diretto.

 

La norma dell’indennizzo diretto introdotta nel 2007 (possibilità che in caso di sinistro l’automobilista richieda il risarcimento direttamente alla propria compagnia assicurativa) prevedeva come obiettivo una semplificazione delle procedure di interazione tra gli automobilisti e le compagnie di assicurazioni riducendo il contenzioso nelle amministrazioni degli incidenti e i premi. Tuttavia, secondo il portavoce della commissione, questo strumento ha contribuito a ridurre i tempi ma non i costi, e sarà quindi necessario intervenire in merito a questo. Il provvedimento antifrodi per adesso deve essere approvato in sede legislativa dalla commissione Finanze per passare in seguito al Senato.

 

In attesa che si realizzino i promessi tagli alle tariffe delle polizze auto, l’assicurato non può che correre ai ripari magari cambiando contratto e cercando un’assicurazione auto che possa fare al caso proprio. Una delle soluzioni è quello di affidarsi a un sistema di confronto gratuito come offerto dal portale Supermoney, per comparare le proposte delle diverse compagnie assicurative e trovare quella più adeguata alle proprie esigenze.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.