OSSERVATORIO. Energia, aumenti in vista per il gas

Oggi è il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno e il preludio di una stagione calda e luminosa, musicata alla sera dal canto delle cicale. Abbiamo già tirato fuori dagli armadi vestiti leggeri e costumi da bagno, pronti alle ferie che arriveranno presto. Ma ringraziamo soprattutto che l’inverno è finito e finalmente abbiamo spento i caloriferi, perché quest’anno abbiamo speso proprio un capitale. Prima che torni il freddo vogliamo trovare un modo per risparmiare, e  per farlo decidiamo di fare un confronto tra le tariffe di energia dei vari erogatori.

Se invece il vostro orizzonte è ancora più vasto, e d’estate sembra più vasto che in inverno visto che la maggior parte del tempo libero si passa all’aperto per godersi il bel tempo, al posto di risparmiare solo sulla bolletta potete fare un passo in più e passare alle energie rinnovabili. Proprio qualche giorno fa si parlava del fatto che ci sono tanti modi per aiutare il prossimo, e che anche l’ambiente è il nostro prossimo. Forse anzi è quello che ha bisogno più degli altri della nostra attenzione.

Il primo luglio si avvicina e con lui l’aggiornamento delle tariffe energia dell’Authority. Dopo l’aumento di 16 euro scattato il primo gennaio e l’incremento di 21 euro dal primo aprile si attendono le decisioni dell’Autorità sull’energia per il prossimo trimestre. Secondo le stime di Nomisma energia le bollette dal primo luglio potrebbero diventare più salate con 28 euro in più all’anno. Un rincaro non uniforme. A fronte infatti di un risparmio sull’elettricità di circa 5 euro, si potrebbe registrare un aumento del gas di ben 33 euro annui. Un trend che se confermato si allineerebbe a ciò che già da sei mesi si registra sul mercato italiano: un rincaro del metano a fronte di un contatore della luce che pian piano si va raffreddando.

“Secondo le stime di Nomisma energia le famiglie spenderebbero 65 euro in più all’anno – spiega Bruno Iambrenghi, Business Development Manager di Supermoney – ma l’ultima parola spetta all’Autorità sull’energia che pochi giorni fa ha dichiarato di voler rivedere i criteri di calcolo per le bollette del gas con l’obiettivo di calmierare i prezzi”.

Che le notizie in arrivo siano buone o cattive, grazie alla liberalizzazione del mercato, le imprese fornitrici di energia sono numerose e confrontando le loro offerte è possibile risparmiare sulla bolletta. La ricerca di un operatore energetico conveniente e adatto alle esigenze di ogni consumatore può essere facilitata da uno strumento come il sistema di confronto delle tariffe dell’energia di Supermoney. Attraverso il servizio offerto gratuitamente da Supermoney è possibile effettuare uno screening dettagliato sulle tariffe dell’energia elettrica, di gas e riscaldamento e sul dual fuel (gas ed elettricità insieme). Specificando se si vuole ottenere energia da fonte rinnovabile o tradizionale, la regione dell’abitazione o dell’impresa, i kWh consumati e anche l’orario della giornata di maggior utilizzo, il sistema fornisce i risultati migliori scandagliando le offerte di 16 aziende fornitrici.

Comments are closed.