OSSERVATORIO. Finanziamenti: Il Piccolo Prestito Inpdap

Avete bisogno di liquidità extra per un vostro piccolo o grande progetto? Desiderate ricevere un finanziamento ma temete di impegnarvi con un mutuo pluriannuale ad alto tasso d’interesse? Beh, può darsi che non ne abbiate bisogno. L’importante è valutare al meglio tutte le alternative del mercato; grazie al web è possibile informarsi con facilità, scoprire tutte le alternative proposte dal mercato creditizio, confrontare i tassi d’interesse dei vari mutui esistenti e, magari, trovare quello che permetta di ottenere la cifra da voi richiesta evitando il salasso.

Per rispondere alle necessità di liquidità dei dipendenti pubblici, l’Inpdap (Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica) offre la possibilità ai propri iscritti di richiedere delle piccole somme, grazie al Piccolo Prestito. Il fondo dell’Inpdap si rivolge ai dipendenti pubblici e ai pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, ed eroga delle piccole somme nei limiti delle disponibilità di bilancio previste annualmente.

Le possibilità di richiesta del prestito sono varie e flessibili: si può accedere ad un prestito di durata annuale, rimborsabile in 12 rate mensili, dall’importo massimo pari ad una mensilità netta di stipendio o pensione. I prestiti relativi a importi maggiori, per somme pari a due e tre mensilità nette, prevedono una durata maggiore, rispettivamente fino a un massimo di 24 e 36 mesi. Nei casi in cui il richiedente non abbia già altre trattenute in corso ossia si accerti l’assenza di altre forme di finanziamento a cui è sottoposto il richiedente, le somme erogabili massime salgono a 2 mensilità per i prestiti annuali, e rispettivamente a 4 e 6 mensilità per i finanziamenti biennali e triennali. Le rate del prestito prevedono oltre alla quota capitale anche degli interessi, con un tasso di interesse applicato pari al 4,25% (tan), più una percentuale di spese amministrative (0,50%), e un fondo rischi trattenuto all’atto dell’erogazione.

L’iniziativa del Inpdap rappresenta sicuramente un’ottima possibilità per usufruire di un prestito sicuro ed essere al riparo da esosi tassi d’interesse spesso applicati da alcune finanziarie. Per chi non può usufruire dei prestiti Inpdap: un utile strumento per verificare le condizioni del finanziamento da richiedere è rappresentato da una corretta informazione sulle proposte presenti attualmente sul mercato, e in questo senso un valido aiuto è offerto da Supermoney, che consente di confrontare le offerte dei prestiti personali dalle maggiori banche scegliendo la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.