OSSERVATORIO. I migliori conti deposito per piccoli risparmiatori

Aria di crisi, pochi soldi, finanza pazza e conti correnti salati. Tempi duri per i risparmi degli italiani che, come da tradizione, non si danno per vinti e vanno in cerca di nuove soluzioni per far fronte al periodo di vacche magre. Confrontare i conti deposito più convenienti, trovare quello col margine di guadagno migliore e aprirne uno dove custodire il proprio gruzzolo è una strada consigliata sempre più spesso dai consulenti finanziari, perché sicura e senza particolari costi.

Gli ultimi dati Istat hanno fotografato una situazione critica per le famiglie italiane, che a causa della crisi incontrano sempre maggiori difficoltà a mettere da parte qualche risparmio, e chi ce l’ha non si fida di lasciarlo in Itala. Nel secondo trimestre 2011 la capacità di risparmio dei consumatori ha toccato i livelli più bassi dal 2000, attestandosi all’11,3%. Come reagire a questo momento di incertezza finanziaria? Chi riesce ad accantonare parte del proprio reddito dovrebbe puntare su prodotti di investimento sicuri, che offrano buone rendite corredate da garanzie adeguate.

In un momento in cui la fiducia nelle borse è ai minimi, gli investimenti si stanno spostando su prodotti-salvadanaio come il conto deposito che, non a caso, riscuote un successo crescente. I principali vantaggi dei conti deposito sono sicurezza (sono garantiti dal Fondo interbancario di tutela), economicità (hanno costo zero) e buoni rendimenti (attualmente i tassi lordi arrivano in alcuni casi a superare il 4,50%). A ciò si aggiunge l’estrema semplicità di apertura, chiusura e gestione, che li rende prodotti appetibili anche per i piccoli risparmiatori. Infine, i conti deposito sono destinati a diventare ancora più convenienti nel 2012, quando l’aliquota passerà dal 27 al 20%.

Con l’aiuto del servizio di confronto conti deposito di SuperMoney, vediamo quali sono attualmente alcune delle offerte migliori sul mercato. Prendendo in considerazione un vincolo di 12 mesi, ContosuIBL di IBL Banca propone un tasso netto del 3,29% (4,50% lordo), ma non prevede la possibilità di estinzione anticipata del vincolo. IWPower Special Sei+Sei di IWBank offre un rendimento medio del 3,18% netto (4,30% lordo, 3,25% lordo annuo per le somme in deposito per i primi sei mesi, 5,35% lordo annuo per le somme mantenute in deposito per i sei mesi successivi). ING Direct propone ai nuovi clienti che aprano Conto Arancio vincolato per un anno entro il 28 ottobre un rendimento netto del 3,07% (4,20% lordo). Altri prodotti che è bene tenere sotto controllo sono il conto deposito di YouBanking, il nuovo marchio di Banco Popolare, che attualmente offre il 3,75% lordo sui vincoli annuali, lo stesso tasso proposto da InMediolanum di Banca Mediolanum; Conto Rendimax che ha appena aggiornato i propri tassi sui depositi con accredito degli interessi anticipati; conto CheBanca!, remunerato al 4% lordo, che retribuisce gli interessi in anticipo.

L’offerta delle banche in questo periodo si aggiorna molto rapidamente e i tassi sembrano in ascesa: la cosa migliore da fare è dunque monitorare la situazione per trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu’

Comments are closed.