OSSERVATORIO. Mutui, Abruzzo: aumento dell’11% nel terzo trimestre 2010

La popolazione mondiale è in crescita costante, il che si traduce in un aumento del numero di famiglie, e a sua volta la richiesta di case in cui vivere. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, perché di case ce n’è a miliardi. Ma non sempre i miliardi ci sono anche sul conto in banca, e per questo motivo è necessario rivolgersi alle banche per farsi aiutare nell’acquisto di un immobile. Prima di scegliere un prodotto è consigliabile mettere i mutui delle migliori banche a confronto, in modo da essere sicuri di fare la scelta più giusta.

Quindi l’orizzonte non è così nero come si pensa, soprattutto se ricordiamo che l’erogazione dei prestiti per l’acquisto di immobili in Lombardia ha subìto un incremento dell’11%, ma la fiducia nel futuro è rinnovata, soprattutto da parte degli abruzzesi dopo il periodo nero della crisi economica globale. Ad evidenziarlo sono i dati relativi al mercato dei mutui per l’acquisto delle abitazioni destinato alle famiglie, che in Abruzzo sono aumentati del 11% nel terzo trimestre 2010, con un incremento delle erogazioni pari a circa 83 milioni di euro.

Ad affermarlo l’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. Analizzando i dati aggregati dei primi 9 mesi del 2010, rispetto allo stesso periodo del 2009, si evidenzia in Abruzzo un incremento delle erogazioni pari al +16%. Un volume di erogazioni che si aggira intorno ai 203 milioni di euro, ossia l’1,6% del totale dei volumi italiani del trimestre, e posiziona l’Abruzzo al 13º posto della classifica regionale per erogazioni, trainate soprattutto dal mercato dei mutui di sostituzione. L’importo medio del mutuo richiesto in Abruzzo pari a circa 103 mila euro è però abbondantemente al di sotto della media nazionale di 124.500 euro.

La tendenziale crescita dei mutui non ha investito solo la provincia dell’Aquila, che registra +31%, ma anche Chieti con +13%, e Teramo con +9%. Minore l’incremento dei volumi per la provincia di Pescara, che con +4% si classifica 53esima nella graduatoria nazionale per volumi erogati.

L’incremento dei mutui è comunque una tendenza nazionale, il volume di erogazioni per comprare casa da parte delle famiglie italiane ha fatto registrare nel terzo trimestre 2010 un aumento dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2009. Un dato che conferma il trend di crescita dopo il periodo di calo iniziato alla fine del 2008. Considerando tale tendenza per scegliere il mutuo diviene sempre più necessario analizzare attentamente le offerte del mercato e valutare quella più in linea con le proprie esigenze. Grazie a Supermoney si possono confrontare rapidamente le proposte di più di 40 banche per trovare il finaziamento più adatto alle proprie tasche e alla propria capacità di rimborso del debito.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.