OSSERVATORIO. Mutui a confronto

In un momento in cui il mercato dei mutui si apre a nuovi orizzonti e le possibilità si moltiplicano di giorno in girono vi proponiamo un confronto tra mutui a tasso fisso e mutui a tasso variabile. Siamo partiti da un profilo per scoprire quali sono i mutui più convenienti. Il profilo è il seguente: giovane 28 anni, assunto a tempo indeterminato con un reddito di 1.200 euro, desidera acquistare la prima casa per un costo di 120 mila euro con un mutuo di 90 mila euro per 20 anni a tasso fisso, rimborsabile con rate mensili. Dal confronto effettuato su Supermoney.eu emergono tre risultati rilevanti che vi proponiamo. Il primo in ordine di convenienza per il profilo indicato è il Mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing è la soluzione a tasso misto che consente di seguire proattivamente nel tempo le esigenze del cliente garantendo la massima flessibilità.

È possibile infatti scegliere il tipo di tasso, fisso o variabile, da applicare al mutuo e di variarlo periodicamente nel corso della durata del finanziamento semplicemente esercitando l’opzione sicura. In questo caso ci si è focalizzati sul tasso fisso che permette al cliente di avere sempre la certezza dell’importo della rata che si andrà a pagare. Il Mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing è indicizzato I.R.S a 5 anni, con un Taeg al 4,2%. La rata mensile che il cliente andrà a pagare è di 541 euro a cui vanno aggiunte le spese di istruttoria di 350 euro e le spese di perizia ( valutazione del valore commerciale dell’immobile ) di 250 euro. Il secondo mutuo in ordine di convenienza è il Mutuo fisso di Che Banca! indicato per chi preferisce la sicurezza e vuole la garanzia di una rata certa per tutta la durata del mutuo, senza spese e senza l’obbligo di aprire un nuovo conto corrente. La rata mensile che il cliente andrà a pagare è di 609 euro a cui non vanno sommate spese accessorie come quelle d’istruttoria o di perizia perché non sono previste; il Taeg è al 5,44%. Il terzo in ordine di convenienza è il Mutuo Domus Giovani Fisso di Intesa Sanpaolo pensato appositamente per le giovani coppie o per i giovani single, purchè abbiano un’età compresa tra i 18 e i 36 anni. È considerato un mutuo flessibile perché permette, dopo il regolare pagamento di 12 rate, l’attivazione delle opzioni "Posticipo Rata" e "Flessibilità Durata".

Per lavoratori con contratto atipico garantisce inoltre la copertura dell’importo della rata in caso di alcuni eventuali periodi di disoccupazione, senza oneri aggiuntivi. Dà al cliente la certezza della misura del tasso indipendentemente dalle variazioni di mercato. la rata mensile che si andrà a pagare è di 614 euro a cui vanno sommate le spese di perizia (valutazione del valore commerciale dell’immobile), il Taeg è pari al 5,63%. Con lo stesso profilo di utente abbiamo provato ad effettuare un confronto ricercando però di un mutuo a tasso variabile. Considerando che ad oggi, con i tassi al minimo storico, questa è la soluzione che risulta maggiormente conveniente. I risultati più rilevanti sono i primi tre e ve li proponiamo. Il primo in ordine di convenienza è il Mutuo Arancio Variabile di Ing Direct. Consente al consumatore di corrispondere, tempo per tempo, un tasso in linea con le variazioni di mercato. Questo mutuo è indicato per il cliente che preferisca rate di mutuo variabili nel corso della vita del mutuo, in relazione all’andamento dei tassi di interesse di mercato. La rata che il cliente andrà a corrispondere è di 444 euro mensili con un Taeg pari all’1,76%, indicizzato a Euribor. Non sono previste spese di istruttoria né spese di perizia.

Il secondo in ordine di convenienza è il Mutuo Variabile di Che Banca! indicato per chi vuole sfruttare l’andamento dei tassi di interesse di mercato ed è consapevole dei possibili aumenti della rata, senza spese nè penali e senza l’obbligo di aprire un nuovo conto corrente. La rata che il cliente andrà a corrispondere è di 446 euro mensili con un Taeg pari all’1,81%, indicizzato Euribor. Il terzo in ordine di convenienza è il Mutuo Ipotecario Privati di We Bank che è pensato per coloro che desiderano corrispondere un tasso adeguato alle condizioni del mercato finanziario. La rata che il cliente andrà a pagare è di 452 euro mensili con un Taeg pari al 2,06%, indicizzato Euribor a tre mesi. Inoltre sono previste le spese d’istruttoria e di perizia per un totale di 350 euro. In un momento così difficile per l’economia mondiale è bene sapere scegliere e confrontare le diverse possibilità offerte dal mercato, per non accendere un finanziamento che non risponda alle proprie esigenze. Gli esempi che vi abbiamo fornito rappresentano alcune delle possibilità, per effettuare un confronto mirato visitate il sito Supermoney.eu

Comments are closed.