OSSERVATORIO. Mutui casa: arriva il Fondo di Solidarietà

La situazione economica del nostro Paese resta ancora incerta, ma gli italiani non rinunciano al sogno di possedere una casa propria. Per questo sempre più consumatori si rivolgono ai comparatori per trovare i mutui casa più vantaggiosi e adatti alle proprie esigenze.

Le iniziative destinate ad aiutare le famiglie in difficoltà, poi, continuano a decollare e quelle già attive ad essere prolungate. Come il Piano Famiglie varato da Abi lo scorso gennaio, anche il Fondo di Solidarietà permette di usufruire di alcune agevolazioni sul proprio mutuo casa. Ci sono voluti quasi tre anni ma alla fine l’iniziativa è partita.

Il progetto è stato proposto da Federica Rossi Gasparini presidente di Donneuropee-Federcasalinghe e prevede la possibilità di sospendere la rata del proprio mutuo per la prima casa. Il Fondo di Solidarietà era stato approvato già nella finanziaria del 2008 ma alcuni intoppi burocratici ne avevano ritardato l’applicazione. Attraverso la pubblicazione del regolamento sulla Gazzetta Ufficiale, il Fondo potrà funzionare a partire dal 2 settembre. Il Piano Famiglie ha avuto un ottimo successo se si pensa che oltre 24 mila mutuatari vi hanno aderito in così pochi mesi. In sostanza il Fondo va a sostituirlo in modo da permettere ad altre famiglie di tirare un sospiro di sollievo. Accedere alla possibilità di sospensione delle rate permette di non pagare del rate del proprio mutuo per un massimo di 18 mesi e per finanziamenti fino a 250 mila euro ( il Piano Famiglie prevedeva la sospensione per importi fino a 150 mila euro ).

Possono effettuare la richiesta coloro che hanno perso il posto di lavoro, coloro che si trovano in condizioni di non autosufficienza di un componente della famiglia e in caso di morte di uno dei contraenti. Tali condizioni non devono necessariamente essersi verificate nell’anno appena trascorso (2009-2010). L’accesso al Fondo di Solidarietà può essere richiesto anche in caso di pagamento di spese mediche o di assistenza domiciliare superiori a 5mila euro all’anno o di ristrutturazioni straordinarie dell’immobile oggetto di mutuo. Oppure anche in seguito a un aumento significativo della rata per effetto dei tassi variabili. Inoltre il Fondo permette al mutuatario non pagare gli interessi durante i mesi di sospensione. Questi ultimi saranno infatti a carico della banca che potrà a sua volta chiedere il rimborso della quota corrispondente al parametro di riferimento, al Fondo per il quale sono stati stanziati circa 20 miliardi di euro. Per quanto riguarda invece lo spread, le banche dovranno rinunciarci. La nuova iniziativa, volta ad aiutare le famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo casa, si aggiunge alle altre e ci si augura possa avere gli stessi effetti positivi per i consumatori.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.