OSSERVATORIO. Mutui casa, una scelta che va ponderata

Per acquistare casa gran parte dei cittadini ricorre ad un finanziamento. Le proposte delle banche sono numerose ed adatte ad accogliere le richieste di tutte le tipologie di consumatori. Per scoprire quale sia il prodotto più adeguato alle esigenze di ciascuno è necessario tenere presenti le esigenze personali, confrontando i migliori mutui tra quelli offerti dalle principali banche è possibile selezionare finanziamenti adeguati a soddisfare i propri bisogni.

Nonostante i mutui siano in calo, di recente l’Europa ha promosso le banche italiane, nonostante la crisi e la discesa delle richieste dei mutui casa, infatti, le banche continuano a lanciare e a sostenere i propri prodotti con l’obiettivo di farne emergere la maggiore convenienza rispetto agli altri.

Quando si sceglie di accendere il mutuo casa per la propria abitazione la prima cosa da tenere presente è la propria capacità reddituale quanto meno a medio termine, in modo da poter prevedere le variazioni del proprio capitale. Successivamente è necessario scegliere il tasso: i mutui casa più tradizionali sono quelli a tasso fisso o a tasso variabile ma negli ultimi tempi sono nati prodotti che mescolano in modo diverso i diversi tassi. Ne è un esempio il tasso misto. Ci sono poi mutui che offrono il tasso variabile con il cap, ovvero con un limite massimo oltre il quale la rata non può salire.

Qualunque sia la scelta va ricordato che il mutuo è un finanziamento a lungo termine, ovvero che può durare da un minimo di 5 anni a un massimo di 40 anni e rimborsabile a rate che comprendono una quota di capitale e una di interessi. Per ottenere un mutuo è inoltre di norma necessario concedere alla banca delle precise garanzie, come l’iscrizione di un’ipoteca sull’immobile acquistato. Una novità introdotta e molto vantaggiosa è la possibilità di sostituire il proprio mutuo casa con un prodotto che offre condizioni più vantaggiose. In questo caso la nuova banca eroga una somma che va ad estinguere il primo finanziamento e accende un’ipoteca cancellando quella precedente. Insomma, quando si accende un mutuo casa le variabili da tenere presenti sono davvero molte. Per questo spesso è utile fare un confronto tra le diverse possibilità offerte dal mercato bancario tradizionale e online. Vi proponiamo un profilo esemplificativo in modo da dimostrare le variabili sopra elencate. Il richiedente del mutuo ha 40 anni e desidera acquistare un immobile del valore commerciale di 120 mila euro. Il finanziamento che dovrà richiedere è pari a 80 mila euro da restituire in 15 anni e indicizzato a tasso fisso per non subire le continue variazioni del mercato. il sistema di confronto di Supermoney presenta alcuni risultati, ecco i primi tre. Il primo mutuo in ordine di convenienza è Mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing, pensato per i privati che desiderano un prodotto in grado di offrire la massima flessibilità. Infatti, se si inizia con il tasso variabile si può passare al tasso fisso in qualsiasi momento nel corso della durata del mutuo; se si inizia con il tasso fisso si può passare al tasso variabile dopo 2 o 5 anni. Inoltre offre la possibilità di allungare la durata del mutuo per ulteriori 5 anni oltre la scadenza prevista (fino ad un massimo di 35 anni). La rata che il cliente dovrà corrispondere è pari a 581 euro.

Il secondo mutuo in ordine di convenienza è Mutuo Ipotecario Privati a Tasso Fisso di Webank, pensato per una clientela privata, che ha il vantaggio di offrire al Cliente la certezza della misura del tasso di interesse, indipendentemente dalle variazioni di mercato. L’importo massimo finanziabile non può superare l’80% del valore dell’immobile in garanzia. La rata che il cliente dovrà corrispondere è pari a 617 euro. Il terzo mutuo in ordine di convenienza è Mutuo tasso Fisso della Banca Popolare di Bari, pensato per i privati in età compresa tra i 18 e i 75 anni , lavoratori con contratto a tempo indeterminato , che desiderano acquistare la prima o la seconda casa. Il cliente può finanziare un importo compreso tra un minimo di 40 mila euro e un massimo di 300 mila euro. La durata del finanziamento potrà essere compreso tra un minimo di 5 anni e un massimo 30 anni, rimborsabile con rate a cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale. Il mutuo della Banca Popolare di Bari permette di finanziare fino al 100% del valore commerciale dell’immobile; è inoltre possibile sottoscrivere una polizza che tuteli il cliente in caso di inabilità e che garantisca la copertura del rimborso del debito residuo. La rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 621 euro. I risultati presentati sono indicativi per il profilo creato. Se si desidera trovare il mutuo casa adatto alle proprie esigenze è bene effettuare un confronto.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.