OSSERVATORIO. Mutui, indice Eurirs sale al 4%: anche il tasso fisso diventa più caro

Bisogna stare molto attenti quando si compra una casa, perché è ovvio che al primo impatto ci sembra perfetta, perché il bagno è fatto proprio come lo vorremmo noi, gli infissi sono nuovi eccetera eccetera. Si deve fare un’analisi obiettiva di tutti i fattori, primo fra tutti quello del mutuo, per cui è importante informarsi sui mutui a tasso fisso e su quelli a tasso variabile, per capire qual è l’opzione più adatta al nostro profilo.

Il rialzo dei tassi annunciato dalla Banca d’Italia il 7 aprile, che ha portato il costo del denaro dall’1 all’1,25%, ha destato serie preoccupazioni soprattutto tra i titolari di mutui a tasso variabile, che in seguito a questi incrementi rischiano di veder lievitare la rata mensile dei finanziamenti.  Meglio allora scegliere il tasso fisso? Non proprio: con ogni probabilità, infatti, aumenteranno anche gli interessi sui nuovi mutui a tasso fisso.

In queste settimane l’indice Eurirs (il parametro su cui si basano le rate dei prestiti ipotecari a tasso fisso) è in crescita: in particolare gli Eurirs a 20 e 25 anni (le durate preferite da chi accende un finanziamento per la casa) hanno già superato il 4% (contro il 3,8% del mese di marzo e il 2,67% dell’agosto 2010), e potrebbero continuare ad aumentare in seguito alla politica monetaria della Bce, che ha previsto ulteriori rialzi dei tassi a luglio e a fine anno.

In questo caso i mutui a tasso fisso potrebbero risultare nei prossimi mesi decisamente più cari: si parla, rispetto ad un mutuo acceso ora, di 30-40 punti base in più. Ciò si tradurrebbe, per un finanziamento ventennale di 150 mila euro, in una rata mensile più cara di 35 euro (pari al 3,5% in più).

In questo scenario, torna ad apparire vantaggiosa la stipula di un mutuo a tasso variabile che, sebbene subisca i rialzi dei tassi, garantisce una rata iniziale quasi sicuramente più bassa. Per valutare le migliori offerte di finanziamento – a tasso fisso e tasso variabile – è possibile utilizzare il servizio di SuperMoney per il confronto mutui, che permette di comparare le offerte di 40 banche e di trovare il mutuo più conveniente in base alle proprie esigenze.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.