OSSERVATORIO. Mutui per la prima casa a confronto

I tassi d’interesse dei mutui indicizzati Euribor o Bce sono scesi nuovamente al minimo storico. Le variazioni del mercato bancario e dei mercati internazionali influiscono notevolmente sulle oscillazioni che fanno fluttuare i tassi d’interesse. Come detto molte volte i tassi influiscono sulla rata del mutuo in larga parte, si stima circa per un valore pari se non addirittura superiore al 60%. Per i mutui a tasso variabile naturalmente tali variazioni vengono percepite maggiormente dalle famiglie. Per i mutui a tasso fisso le variazioni del mercato non vengono percepite perché il tasso viene stabilito alla stipula del contratto.

Abbiamo voluto provare a fare un confronto attraverso il sistema di comparazione di Supermoney.eu tra le diverse offerte di mutui a tasso fisso.

Si è preso in esame un profilo tipo di utente che accende un mutuo per un valore di 160 mila euro, per la durata di 20 anni, con rimborso mensile attraverso RID e addebito direttamente sul conto corrente. Per il profilo scelto emergono molti risultati, ve ne presentiamo tre.
Il primo mutuo in ordine di convenienza è il Mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing la soluzione a tasso misto che consente di seguire proattivamente nel tempo le esigenze del cliente garantendo la massima flessibilità. È possibile infatti scegliere il tipo di tasso, fisso o variabile, da applicare al mutuo e di variarlo periodicamente nel corso della durata del finanziamento semplicemente esercitando l’opzione sicura. Il tasso d’interesse applicato al mutuo di Unicredit è pari al 4,13% con indicizzazione I.R.S. a cinque anni. La rata che il cliente dovrà corrispondere è di 966 euro a cui vanno aggiunte le spese di istruttoria pratica e le spese di perizia.

Il secondo mutuo in ordine di convenienza è il Mutuo Fisso di CheBanca! pensato per coloro che preferiscono la sicurezza e la garanzia di una rata che rimanga costante per tutta la durata del finanziamento, senza spese e senza l’obbligo di aprire un nuovo conto corrente. Il tasso d’interesse applicato al mutuo di CheBanca! è pari al 5,21% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 1063 euro a cui non vanno aggiunte né spese di istruttoria pratica né spese di perizia. Il terzo mutuo in ordine di convenienza è Mutuo Arancio Fisso di Ing Direct che garantisce al consumatore la certezza della misura del tasso indipendentemente dalle variazioni di mercato. Questi mutui casa sono indicati per il cliente che voglia conoscere, fin dalla stipula del contratto, gli importi delle singole rate a scadere e l’ammontare complessivo del debito (capitale e interessi) da restituire. Il tasso applicato al mutuo di Ing Direct è pari al 5,21% e la rata che il cliente dovrà corrispondere è pari a 1063 euro a cui non vanno aggiunte né spese di istruttoria della pratica né spese di perizia. I mutui presentati sono stati presi ad esempio e sono significativi per quel tipo di profilo specifico, presentato qui sopra. Prima di scegliere un mutuo è bene effettuare un confronto tra le diverse possibilità offerte dal mercato bancario.

Per un confronto approfondito sui mutui casa visita il sito Supermoney.eu

Comments are closed.