OSSERVATORIO. Mutuo casa per la ristrutturazione a confronto

Fino a che la popolazione del nostro pianeta continuerà ad aumentare continueremo ad essere certi che nella priorità delle persone c’è ancora la famiglia. Ma al discorso della famiglia sono legati dei compromessi e dei sacrifici. Per esempio, se è bellissimo pensare alla casa che si potrebbe costruire con la propria famiglia, si sa anche che l’idea di avere tutti i soldi necessari al suo acquisto è un’utopia, almeno per la maggior parte delle persone. Ma per fortuna esistono i finanziamenti, e per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze si può decidere di fare un confronto tra i mutui offerti dai migliori istituti di credito.

 

Attualmente negli Stati Uniti c’è una bufera che sta travolgendo le principali concessionarie di mutui. Il procuratore generale di New York avrebbe aperto un’inchiesta su 8 tra le principali banche del mondo; si era partiti da Goldman Sachs ma è di oggi la notizia del Washington Post secondo cui anche Morgan Stanley sarebbe indagato per accordi illeciti nel mercato dei mutui, le cui caratteristiche sarebbero poco chiare e poco trasparenti.

 

Nel nostro Paese la situazione dei mutui casa è completamente diversa in quanto nell’ultimo trimestre le richieste sono cresciute anche grazie ai tassi d’interesse davvero favorevoli. Non sono solo i giovani a scegliere di accendere un mutuo, sono molti quelli che decidono di rivoluzionare la propria abitazione con migliorie estetiche e qualitative. Per questo oggi vi proponiamo un confronto tra mutui pensati per chi desidera ristrutturare la propria casa.

 

Abbiamo creato un profilo tipo di un cliente che desidera accendere un mutuo di 80 mila euro, per un immobile del valore di 180 mila euro, della durata di 15 anni e con un rimborso mensile in addebito sul conto corrente. Attraverso il sistema di comparazione di SuperMoney siamo in grado di fornirvi i dati relativi ai mutui casa più convenienti per questo profilo.

 

Il primo mutuo casa in ordine di convenienza è il Mutuo Ipotecario Privati a Tasso Variabile di WeBank che permette al cliente di finanziare fino all’80% del valore commerciale dell’immobile e può avere una durata compresa tra un minimo di 5 anni e un massimo di 30 anni. Inoltre è obbligatoria l’apertura di un conto corrente presso la banca mutuante.

 

Oltre all’ipoteca, la Banca può richiedere il rilascio di una fideiussione ovvero di altra garanzia reale da parte di terzi. Il tasso d’interesse applicato al mutuo di WeBank è pari al 2,15% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 514 euro. Il secondo mutuo casa in ordine di convenienza è Giovani Coppie e Famiglie di Monte dei Paschi di Siena che permette al cliente di richiedere un mutuo della durata compresa tra un minimo di 10 anni e un massimo di 40 anni.

 

Il tasso d’interesse applicato al mutuo di MPS è pari al 2,16% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 513 euro. Il terzo mutuo casa in ordine di convenienza è il mutuo Tasso Variabile Ristrutturazione di Unicredit Family Financing indicato per coloro che preferiscono usufruire dell’adeguamento delle rate del mutuo agli andamenti dei tassi di mercato.

 

Il mutuo di Unicredit Family Financing permette di accendere un finanziamento per una durata compresa tra un minimo di 5 anni e un massimo di 40 anni. Il tasso d’interesse applicato è pari al 2,16% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 514 euro. I mutui casa presentati sono indicativi per il profilo creato, qualora si desiderasse accendere un nuovo mutuo confrontare tutte le possibilità potrebbe essere una buona soluzione.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.