OSSERVATORIO. Poste sempre più simili alle banche: in arrivo un nuovo conto corrente

I conti corrente sono tra i prodotti bancari maggiormente richiesti dai consumatori in quanto consentono di operare numerose transazioni in filiale, sui portali di home banking e di gestire comodamente i consumi quotidiani. Nel momento in cui scegliamo di aprire un nuovo conto una valida possibilità è mettere i conti corrente più vantaggiosi a confronto così da comprendere quali siano i più adeguati per le nostre necessità.

 

Poste Italiane sta rivoluzionando la propria offerta di conti correnti, allineandola sempre più a quella delle banche. Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica, infatti, i correntisti Bancoposta stanno ricevendo in questi giorni oltre cinque milioni e mezzo di lettere in cui si annuncia che “il tasso del credito, a partire dal primo settembre, passerà dallo 0,15% allo 0,00 per cento”.

 

Questa manovra, che potrebbe far fuggire a gambe levate molti risparmiatori delusi dal “non tasso”, ha in realtà l’obiettivo di spingere i correntisti ad abbandonare Bancoposta in favore di un nuovo prodotto, “Banco Posta più”, che ha caratteristiche simili a quelle di molti conti offerti dalle banche. Il nuovo conto corrente postale permette di azzerare i costi di tenuta e del bancomat a chi accredita stipendio o pensione sul conto, chiede la domiciliazione delle bollette e una carta di credito. Il tasso passa allo 0,25%, ma può arrivare all’1%, sempre per chi accredita lo stipendio e richiede una carta di credito.

 

Il nuovo prodotto, che gli esperti di Poste spa definiscono “più evoluto”, assomiglia sempre di più all’offerta degli istituti di credito.

 

Per la scelta del conto corrente esistono soluzioni vantaggiose e adatte alle più svariate esigenze: per trovarle è importante confrontare molte diverse proposte. Un aiuto in questa direzione arriva da Supermoney, il portale per il confronto dei conti correnti. Tra le offerte che come “Banco Posta più” permettono di risparmiare – in questo caso sull’imposta di bollo – se si accredita lo stipendio o la pensione c’è Conto Arancio di ING Direct, che sconta l’importo dell’imposta anche se si ha una giacenza media di almeno 3 mila euro. Esistono inoltre prodotti adatti ad ogni esigenza: per chi desidera coniugare la gestione del proprio denaro online con la possibilità di recarsi allo sportello, per esempio, c’è il Conto Corrente di Che Banca!, che permette l’accesso al conto sia da canali tradizionali che da internet. Esistono poi soluzioni pensate appositamente per i giovani, come Conto Corrente (Under 28) di Fineco, che prevede il pagamento della sola imposta di bollo e permette di guadagnare tramite gli interessi sul capitale.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.