OSSERVATORIO. Seconda casa, prezzi e compravendite in diminuzione

In Italia la maggior parte degli acquirenti di immobili sono cittadini che faticano mese dopo mese per assicurarsi la proprietà dell’abitazione in cui vivono. Costretti dalla necessità ad attivare un finanziamento essi scelgono un contratto, spesso confrontando i migliori mutui online, solo dopo aver considerato ogni possibile evenienza. Dal tasso di interesse, alla durata e fino alla rateizzazione, tutto deve essere calibrato perfettamente per non gravare troppo sulle abitudini familiari e essere sostenibile. Altri italiani, invece, già in possesso di una prima abitazione si rivolgono al mutuo per l’acquisto di una seconda casa; ma qual è il volume di questi fortunati?

Il mercato immobiliare della seconda casa nei primi mesi del 2011 si mostra piuttosto statico, stando agli ultimi dati presentati a Venezia da Nomisma e Fiaip nella giornata di chiusura di TrE Expo. Tra le cause di questo ingessamento c’è la stretta creditizia messa in atto dal sistema bancario, che ha penalizzato quel 40% d’italiani che richiedevano un prestito per la seconda abitazione. Quando si tratta di scegliere il mutuo per l’acquisto di una seconda casa, infatti, le banche non si mostrano per nulla disponibili quando si tratta di finanziare questo tipo di investimento: secondo i dati di Nomisma e Fiaip vengono infatti accolte solo il 60% delle richieste per un massimo del 50% del valore degli immobili. Cresce il numero delle case messe in vendita (+9,2%), mentre i prezzi registrano un lieve calo in quasi tutte le località (-0,7%): molti proprietari preferiscono non vendere piuttosto che adeguarsi alla domanda e questo comporta una tenuta generale dei prezzi. Tuttavia le compravendite registrano un netto calo, con un -12,8%.

Il prezzo medio per una seconda casa varia dai 2.500 ai 6.300 euro al metro quadro, a seconda della categoria dell’immobile e della zona in cui si trova: le abitazioni semicentrali o periferiche hanno un valore che va da un minimo di 2.500 ad un massimo di 3.500 euro al metro, mentre per quelle centrali il prezzo varia dai 3.500 ai 4.900 euro; infine, le case nuove o di pregio hanno quotazioni che vanno dai 4.000 ai 6.500 euro al metro.

Attraverso Supermoney, il portale per il confronto mutui, vediamo quali sono i finanziamenti migliori per l’acquisto di una seconda casa. Proviamo a richiedere un mutuo ventennale di 100 mila euro per un immobile che ne valga 150 mila, da parte di un lavoratore a tempo indeterminato che abbia un reddito netto di 4 mila euro. L’opzione più vantaggiosa è il mutuo variabile di Che Banca!, che ha un taeg del 2,48% e una rata di 530 euro al mese (in promozione a 430 euro per 12 rate); per chi sceglie il tasso fisso c’è invece mutuo fisso di Che Banca!, che ha un taeg del 5,02% e rata mensile pari a 658 euro (558 per i primi 12 mesi).

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.