OSSERVATORIO. Tecnocasa: fino a 249mila euro la disponibilità di spesa nelle grandi città

La scelta degli italiani al momento di acquistare casa è, obbligata o voluta, quasi sempre quella del finanziamento per la casa. Facilitando l’accesso al credito per chi non disponga di liquidità e permettendo di rateizzare importi voluminosi, che peserebbero eccessivamente sulla vita di tutti i giorni, i futuri proprietari scelgono la rete per mettere a confronto i migliori mutui e attivare il contratto più adatto alle proprie esigenze.

Secondo uno degli ultimi studi diffusi da Tecnocasa, l’analisi della disponibilità di spesa nelle città più grandi, realizzata a dicembre 2010, evidenzia che le richieste di immobili aumentano, concentrandosi per lo più nella fascia compresa tra i 170mila e i 249mila euro (il 24,8%). Seguono, per numero, le richieste per la fascia compresa tra i 250mila e i 349mila euro (il 21,9%) e infine quelle tra i 120mila e i 169mila euro (il 21%).

Chi rientra nella classe di spesa tra i 170mila e i 249 mila euro cerca soprattutto trilocali, e a seguire bilocali; chi invece rientra nella fascia che va dai 250mila ai 349mila euro è alla ricerca di trilocali e a seguire di quattro locali. Rispetto alla media delle grandi città fanno eccezione Napoli, Roma e Firenze dove le richieste si concentrano per lo più tra i 250mila e i 349 mila euro: a Napoli vengono cercati trilocali, a Roma bilocali e a Firenze trilocali e quattro locali. A Genova, Palermo, Verona e Torino invece si cercano trilocali e la concentrazione delle richieste sta nella fascia compresa tra i 120mila e i 169mila euro.

A partire da questi dati abbiamo voluto verificare, tramite il portale Supermoney, quali sono i migliori mutui attualmente sul mercato per la fascia di spesa che fa registrare più richieste, quella compresa tra i 170mila e i 249mila euro.

Abbiamo ipotizzato il profilo di un trentacinquenne con un reddito complessivo netto di 5.000 euro e con un contratto a tempo indeterminato che desidera richiedere un mutuo prima casa a tasso variabile classico per un importo di 170mila euro, da rimborsare in 20 anni, per acquistare un appartamento del valore 230mila euro.

Al primo posto si piazza CheBanca! Con Mutuo Variabile, che prevede una rata di 863 euro, taeg del 2,09% e importo da rimborsare alla banca di 207.700 euro; al secondo posto troviamo Mutuo Acquisto di IWBank con rata da 910 euro, taeg del 2,63% e importo da rimborsare alla banca di 218.296 euro; al terzo posto c’è infine Domus Giovani di Intesa Sanpaolo che prevede una rata da 910 euro, taeg del 2,69% e totale da rimborsare alla banca di 219.206 euro.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.