Oggi, Giornata Mondiale senza Tabacco

In tutto il mondo sono circa 650 milioni i fumatori abituali, e quasi la metà rischia di essere uccisa dal tabacco. Lo rende noto l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in occasione della Giornata senza Tabacco 2007. Il tema centrale di quest’anno è la dannosità del fumo passivo, sotto lo slogan "Smoke-free environments" (Ambienti senza fumo), alla luce dei gravi pericoli per la salute corsi da bambini e adulti (cancro e patologie respiratorie e cardiache).

Il tabacco, sottolinea l’OMS, è la seconda causa di morte nel mondo. Ed il fumo passivo non è meno dannoso. Per evitare conseguenze non esistono livelli sicuri di esposizione: nè sistemi di ventilazione o filtri possono ridurre i pericoli connessi al fumo passivo nei luoghi chiusi. Unica risposta valida è un ambiente senza sigarette al 100%.

A tale proposito l’OMS sta portando avanti un’accesa battaglia contro le campagne condotte dalle industrie di tabacco sulla presunta "innoquità" del fumo passivo. L’Organizzazione Mondiale invita infatti i cittadini ad informarsi sulla base di evidenze scientifiche, smascherando i falsi miti proposti dalle multinazionali. "L’industria del tabacco – dichiara l’OMS – ha sempre saputo che le politiche per tutelare le persone dal fumo passivo rappresentano una seria minaccia per i loro guadagni ed ha ripetutamente ingannato e disinformato le persone circa i rischi e i danni del fumo passivo e sull’impatto economico legato ai danni da fumo. L’industria del tabacco continua a rallentare l’implementazione di efficaci leggi a tutela dei lavoratori e dei cittadini dal fumo passivo".

Ecco perchè è importante vivere "SENZA FUMO":

  • il fumo passivo uccide e causa malattie gravi;
  • gli ambienti al 100% senza fumo proteggono completamente i lavoratori e le persone dagli effetti dannosi del fumo di tabacco;
  • il diritto all’aria pulita, libera dal fumo di tabacco, è un diritto di ogni persona;
  • molte persone nel mondo sono non fumatori ed hanno diritto a non essere esposti al fumo degli altri;
  • le ricerche mostrano che i divieti di fumare sono ben visti sia dai fumatori che dai non fumatori;
  • gli ambienti senza fumo non deprimono il commercio, in quanto sia le famiglie con bambini che i non fumatori, e spesso gli stessi fumatori, preferiscono i luoghi senza fumo;
  • gli ambienti senza fumo sono un forte incentivo per i fumatori che vogliono smettere, a diminuire il numero di sigarette fumate o a smettere del tutto;
  • gli ambienti senza fumo aiutano – specialmente i giovani – a non iniziare a fumare;
  • gli ambienti senza fumo costano poco e funzionano!

 

Comments are closed.