P.A. Al via oggi il COM-PA, Salone Europeo della Comunicazione Pubblica

Si apre oggi a Milano il COM-PA, il Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, dei Servizi al Cittadino e alle Imprese, che quest’anno è giunto alla sua XV edizione (prima edizione milanese). Il Salone, unico nel suo genere in Italia e in Europa, è ormai diventato un momento di confronto internazionale sui nuovi diritti di cittadinanza che si vanno affermando sempre di più.

Quest’anno si passa, infatti, dal concetto di "comunicazione della pubblica amministrazione" a quello di "comunicazione di pubblica utilità", che guarda con attenzione all’efficienza dei servizi e alla qualità delle relazioni con i cittadini. Comunicazione e servizio sono sempre più intrecciati, soprattutto oggi: temi come efficienza, innovazione, globalizzazione, sistema delle regole, sanità, economia, ambiente e sicurezza sono posti prepotentemente al centro della domanda di qualità che cittadini e imprese chiedono al sistema pubblico, non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Partecipano al Salone più di 150 espositori e 400 relatori, che interverranno negli oltre 160 convegni e worshop, vero cuore dell’evento. Al convegno di apertura hanno preso parte Andrea Ronchi, Ministro Politiche comunitarie e rappresentanti di Istituzioni centrali e locali: Enrico Decleva, Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università italiane, Roberto Formigoni, Presidente Regione Lombardia, Linda Lanzillotta, Ministro "ombra" per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Letizia Moratti, Sindaco di Milano, che hanno discusso il tema centrale di COM-PA 2008: "comunicare nella pubblica amministrazione che cambia".

Partner scientifico della manifestazione è Fondazione Università IULM che ha costituito un Comitato di Programma presieduto dal Prof. Stefano Rolando e composto dai rappresentanti della comunicazione degli atenei milanesi, delle istituzioni patrocinanti e delle maggiori associazioni professionali italiane della comunicazione oltre a importanti realtà culturali milanesi. Questo partenariato accademico, associativo e culturale ha prodotto un programma scientifico di respiro internazionale – grande novità di questa edizione – suddiviso in tre giornate e che dedica una particolare attenzione agli aspetti formativi.

Il programma si sviluppa su percorsi paralleli: i temi politico-civili (trattati all’interno del Forum COM-PA), quelli tecnico-professionali (Spazio Meeting COM-PA) e quelli formativi (Workshop COM-PA). Il tema della prima giornata (21 ottobre), ovvero come vincere la cosiddetta "sindrome del freno" per intraprendere la sfida dell’ efficienza, è incentrato sulla comunicazione delle pubbliche amministrazioni che non si presenti più come freno all’innovazione. Il Forum di questa prima tratta argomenti quali i processi di rendimento nella comunicazione della pubblica amministrazione, il "fannullonismo", le nuove politiche mirate all’inclusione sociale e la promozione del territorio tra innovazione, le riforme e identità competitiva. Lo stesso tema è ripreso anche dallo Spazio Meeting che prevede diversi convegni su argomenti quali il rapporto tra design e comunicazione, il passaggio all’e-Government, le strategie di comunicazione alla base delle elezioni politiche americane, il ruolo degli uffici stampa all’interno di istituzioni e soggetti pubblici.

Il tema della seconda giornata (22 ottobre), "connettere pubblico & privato" verte sul dialogo tra soggetti istituzionali, associativi ed imprenditoriali. Gli argomenti trattati dal Forum sono l’immagine e l’identità nazionale, la comunicazione della sicurezza e della scienza, il rapporto tra scuola, università ed impresa. Lo Spazio Meeting prevede invece convegni sul web e la pubblica amministrazione, la comunicazione nel settore sanitario, le risorse umane e i processi comunicativi nel settore pubblico, la comunicazione pubblicitaria per la pubblica utilità.

Il terzo e ultimo giorno (23 ottobre) è focalizzato sull’argomento "competere nel locale & globale" e sull’importanza della promozione degli interessi collettivi sia nel sistema territoriale sia rispetto alle logiche nazionali e sovrannazionali. I convegni del Forum trattano argomenti cruciali quali il ruolo pubblico nella competition, ancora le elezioni americane, la comunicazione di Expo 2015, il clima, l’energia e l’ambiente. I convegni dello Spazio Meeting della terza giornata vertono sul ruolo della comunicazione nel campo della moda, del turismo, della cultura, dell’alimentazione e della promozione di Milano, ma anche sulla reciproca percezione d’immagine tra italiani e romeni e sul rapporto tra la comunicazione e la promozione di Stati e territori e di Expo 2015.

All’area Forum e Spazio Meeting se ne affianca una terza, quella formativa, elaborata da Scuola di Comunicazione IULM in collaborazione con rappresentanti di Università ed Enti formativi membri del Comitato di Programma di COM-PA 2008: Fondazione Politecnico, Università degli Studi di Milano, Università Bocconi, Assorel, AIAP e Istituto Clinico Humanitas. L’offerta formativa propone approfondimenti su tematiche di grande attualità inerenti a quattro aree tematiche: comunicazione istituzionale, comunicazione politica, comunicazione sociale, media & tecnologia. I temi ricorrenti previsti nei workshop sono la comunicazione digitale, l’eco sostenibilità, il crisis management in sanità, la comunicazione per la valorizzazione dei centri urbani, la web tv per la PA.

Comments are closed.