P.A. MDC: “Attese allarmanti alla Questura di Roma per il passaporto. Due mesi per un rinnovo”

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini che lamentano gravi ritardi della Questura di Roma per il rinnovo e il rilascio dei passaporti. "Ai cittadini che chiedono le motivazioni – spiega nel comunicato MDC – la Questura risponde che la colpa è dovuta al sovraccarico di lavoro provocato dalle nuove regole statunitensi che richiedono passaporti con le foto digitali, per i quali servono macchinari che ancora hanno pochi uffici in Italia".

Ma, secondo la nota dell’associazione, il discorso è tutt’altro che incoraggiante anche per chi non deve recarsi negli Stati Uniti e vuole il "vecchio" passaporto senza foto digitale o un semplice rinnovo: per esempio, per rinnovare il documento occorrono in media 2 MESI a Roma contro i 20 giorni della Questura di Venezia e i 15 giorni della Questura di Bari, per citare solo alcune delle questure che in Italia dispongono dei nuovi macchinari per stampare i passaporti validi per gli USA e che dovrebbero aver subito ugualmente un aumento delle richieste.

I cittadini hanno spiegato all’associazione che le file agli sportelli della Questura di Roma sono interminabili: per poter parlare con uno degli addetti dell’ufficio passaporti intorno alle 10 del mattino, occorre mettersi in coda davanti all’edificio alle 6.30. Se si arriva una mezz’ora prima dell’apertura dell’ufficio, 8.30, non si esce dallo stabile prima delle 14.00.

Il Movimento Difesa del Cittadino presenterà un esposto al Prefetto, al Questore e al Ministro dell’Interno.

Comments are closed.