PA. Brunetta lancia “Linea Amica”: l’amministrazione risponde al numero 803.001

Una "Linea Amica" per rispondere alle domande dei cittadini che chiedono informazioni o chiarimenti alla Pubblica amministrazione: risponderà al numero 803.001 il servizio presentato oggi dal Ministro per la Pubblica amministrazione e innovazione Renato Brunetta. Si tratta di un network fra amministrazioni che funzionerà come un Ufficio relazioni con il pubblico e razionalizzerà tutti gli Urp degli uffici pubblici come Ipns, Formez, regioni, comuni, province, Asl, Inail, Anci. Linea Amica impiegherà 60 operatori front office e 60 back office per un impegno economico fra i 4 e i 5 milioni di euro. C’è anche un sito internet: www.lineaamica.gov.it.

Per l’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) "Linea Amica" rappresenta una sfida per tutti gli enti pubblici. "L’universo dei Comuni italiani, attraverso Anci e la società Ancitel, è presente a pieno titolo all’interno del progetto ‘Linea Amica’, presentato stamane dal ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta": questo il commento di Osvaldo Napoli, vice presidente Anci. "L’obiettivo di rendere sempre più facile il rapporto fra il cittadino che paga le tasse e la pubblica amministrazione (che oltretutto vive proprio grazie alle entrate fiscali) – aggiunge Napoli – è dunque un obiettivo più che condivisibile e doveroso. Si tratta infatti di una sfida che tutti gli enti pubblici devono accettare e che riguarderà l’efficienza del servizio, la professionalità degli interlocutori e, cosa da non sottovalutare, la gentilezza e la velocità delle risposte che saranno date”.

"L’Associazione dei Comuni Italiani e Ancitel – conclude Napoli – metteranno a disposizione tutto il loro know how per fare in modo che l’obiettivo sia raggiunto, contribuendo alla soddisfazione delle esigenze dei cittadini, primo pensiero di qualunque amministratore comunale italiano”.

Comments are closed.