PA. Consumatori contro Giornata Trasparenza Inps: “Iniziativa di facciata”

La Giornata della Trasparenza indetta per oggi è una "iniziativa di facciata", perché ci sono "gravi carenze nel dialogo con i cittadini" e sono "irrisolti i nodi su pensioni di invalidità e indennità". Moltissimi cittadini sono ancora costretti ad attendere tempi biblici per il riconoscimento delle minorazioni civili e delle indennità correlate, il tutto a causa di inefficienza e moltiplicazione delle procedure, e sono obbligati a fare ulteriori accertamenti in contrasto con il rispetto della dignità personale e degli stessi obiettivi di semplificazione. E fanno i conti con procedure di pagamento bloccate.

È una bocciatura senza appello quella fatta dalle associazioni dei Consumatori sulla prima Giornata della Trasparenza, organizzata congiuntamente da Inail e Inps per oggi. "L’Inps continua a distinguersi come una delle massime espressioni di quella Pubblica Amministrazione restia ad ogni innovazione che abbia al centro le reali esigenze dei cittadini e una proficua collaborazione con le Associazioni che ne tutelano i diritti": è quanto scrivono in una nota congiunta Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori nei confronti dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale.

"L’iniziativa odierna promossa dall’Inps – affermano le associazioni – è soltanto formalmente una Giornata della Trasparenza. A differenza di quanto disposto dalla Legge Brunetta, infatti, l’Istituto non ha rispettato nessuno dei requisiti previsti, in particolar modo riguardo al coinvolgimento delle associazioni dei consumatori. I consumatori non sono stati coinvolti nelle fasi preparatorie e nemmeno nel dibattito, impedendo di fatto un confronto sulle criticità che emergono dalle attività dell’Istituto".

Le associazioni accusano l’Inps di avere un "atteggiamento irresponsabile". Perché "da almeno un anno, le organizzazioni dei cittadini, le associazioni di consumatori, di malati cronici e di disabili segnalano che, con la scusa della lotta ai falsi invalidi, l’Inps sta di fatto procedendo al taglio indiscriminato delle pensioni d’invalidità, delle indennità mensili di frequenza e delle indennità di accompagnamento anche nei confronti di coloro che sono nel pieno diritto di goderne". E chiedono di avviare un Tavolo di lavoro proprio a partire dall’emergenza legata al riconoscimento delle minorazioni civili e delle indennità collegate.

Comments are closed.