PA. Innovazione, digitalizzazione, banda larga: accordo Ministero innovazione e Regione Lombardia

Innovazione nella pubblica amministrazione, digitalizzazione della PA, realizzazione di servizi avanzati per cittadini e imprese: il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione Renato Brunetta e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni hanno firmato un Protocollo d’intesa per la definizione di un Accordo di programma quadro sull’innovazione nella PA.

Il protocollo prevede diversi interventi che riguardano la carta nazionale e regionale dei servizi, per l’erogazione al cittadino di servizi pubblici, come la carta dei trasporti o per la prenotazione dei servizi sanitari; la dematerializzazione dei documenti e dei procedimenti della PA; l’integrazione di varie banche dati: anagrafi, catasto digitale, dati territoriali; lo sviluppo di infrastrutture e servizi a banda larga, con l’obiettivo di favorire l’accesso alle nuove tecnologie.

La Regione Lombardia, si legge nel protocollo, rappresenta un caso di eccellenza per la distribuzione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) che è Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Codice Fiscale, Sanitaria (TS) e Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Il protocollo prevede dunque di utilizzare la CNS per accedere a ulteriori servizi sanitari (come il fascicolo sanitario elettronico), come Carta regionale dei trasporti nonché per la raccolta dei dati di acquisto dei farmaci presso tutte le farmacie della Regione.

Il protocollo intende inoltre realizzare un progetto di dematerializzazione della corrispondenza interna alla PA, delle procedure e dei documenti della Regione. Prevede inoltre, sul versante della banda larga, l’attuazione del programma pluriennale di interventi per l’abbattimento del digital divide sulle dieci province lombarde interessate dal fenomeno; l’attivazione, nelle aree già coperte da banda larga, di servizi avanzati per cittadini e imprese; la diffusione e lo sviluppo di servizi a banda larga nella scuola, nella sanità, nelle imprese, nella giustizia, nella previdenza e nella finanza.

Comments are closed.