PA. “Mettiamoci la faccia”, arriva l’adesione dell’Antitrust

Anche l’Antitrust "ci mette la faccia". A partire dal primo agosto, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato avvierà la rilevazione della customer satisfaction per i servizi erogati al telefono attraverso il numero verde 800166661, che permette ai consumatori di segnalare presunti casi di pratiche commerciali scorrette, pubblicità ingannevole e occulta. La nuova iniziativa è frutto del protocollo d’intesa sull’iniziativa "Mettiamoci la faccia" firmato oggi dal ministro della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e il presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà. Il progetto prevede dunque l’uso di emoticons che esprimono il giudizio dei cittadini attraverso le "faccine" verdi, gialle o rosse.

L’Antitrust realizzerà relazioni informative trimestrali sulla soddisfazione dei consumatori che si sono rivolti ai servizi telefonici del suo call center (più di 16 mila le segnalazioni complessivamente arrivate), mentre sul sito web verrà pubblicato un report mensile con il numero degli utenti che hanno fruito del call center, il numero di chi ha espresso una valutazione, il giudizio prevalente e le ragioni dell’eventuale insoddisfazione.

In questo modo, l’Antitrust è la prima Autorità indipendente ad aderire all’iniziativa di rilevazione del livello di soddisfazione dei servizi pubblici da parte dei cittadini. Al progetto, a oggi, prendono parte quasi 70 amministrazioni fra enti pubblici, previdenziali, aziende sanitarie, province e comuni.

Comments are closed.