PA. UNC Siracusa chiede di inserire la conciliazione con le Aacc nei capitolati d’appalto

"Il Ministro Brunetta ha avvicinato il cittadino ai servizi, e soprattutto alle Amministrazioni per una più corretta e trasparente azione di servizio e di tutela. Finalmente una legge che fa le cose con chiarezza dando potere ai cittadini, per la trasparenza". E’ quanto si legge in un comunicato dell’Unione Nazionale Consumatori, Comitato provinciale di Siracusa.

"Ogni Amministrazione – scrive il Presidente Luigi Giarratana – sentite le Associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli utenti, adotta un Programma triennale per la trasparenza e l’integrità, che va aggiornato annualmente e che indica le iniziative previste per garantire trasparenza, legalità e sviluppo della cultura dell’integrità".

Ma Giarratana aggiunge che "nessuna Associazione di Consumatori è stata portata a conoscenza dei tempi stretti di richiesta presenza nelle Conferenze dei Sevizi, previste per gli Enti Locali". L’UNC di Siracusa chiede che "ogni società che svolge servizi della Pubblica Amministrazione, inserisca nel capitolato d’appalto l’obbligatorietà di una Procedura di Conciliazione con le Associazioni dei Consumatori per la Tutela dei Consumatori ed Utenti". Solo così il cittadino sarà tutelato in piena trasparenza. "L’Unione Nazionale Consumatori non darà parere positivo se non sussisteranno, almeno, questi due punti di trasparenza e di Tutela del Cittadino".

 

Comments are closed.