PARMALAT. MDC si costituisce parte civile e chiede 500mila euro di risarcimento

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) si è costituito parte civile oggi all’udienza preliminare del procedimento per il crac Parmalat. Gli avvocati Claudio De Filippi e Francesco Luongo, in rappresentanza dell’associazione, hanno chiesto 500.000 euro di risarcimento per alcuni consumatori vittime del crac che si sono rivolti al Movimento Difesa del Cittadino (MDC).

Come associazione dei consumatori MDC ha già ottenuto rimborsi dal 50 al 100% con la procedura della conciliazione, che ha permesso di risolvere numerose controversie tra i risparmiatori e le banche, in seguito alle crisi che hanno caratterizzato in questi ultimi anni il mondo finanziario italiano.

Il Movimento Difesa del Cittadino ha già chiesto al nuovo Governo che rapidamente venga ripreso in Parlamento il disegno di legge che introduce anche in Italia la class action, strumento fondamentale di tutela di fronte a truffe di massa, come nel caso di Parmalat.

Comments are closed.