PHISHING. In agguato contro i clienti della Banca di Roma

Ancora phishing. Questa volta nel mirino dei "cyber truffatori" ci sono i clienti della Banca di Roma. La modalità riscontrata è sempre la stessa: con un messaggio email che indica nell’oggetto la dicitura "Comunicazione Urgente" si chiede agli utenti di aggiornare i dati relativi all’anagrafica dell’intestatario dei servizi bancari collegandosi a un indirizzo Internet.

Il phishing è un tipo di frode ideato allo scopo di rubare l’identità di un utente. Quando viene attuato, una persona malintenzionata cerca di appropriarsi di informazioni quali numeri di carta di credito, password, informazioni relative ad account o altre informazioni personali convincendo l’utente a fornirgliele con falsi pretesti. Il phishing viene generalmente attuato tramite posta indesiderata o finestre a comparsa. Help Consumatori coglie l’occasione per ricordare ai suoi lettori di prestare molta attenzione alle mail che giungono da mittenti sconosciuti. Il phishing e molte altre truffe telematiche sono in agguato.

Di seguito il testo integrale del messaggio:

"Gentile CLIENTE,

Nell’ambito di un progetto di verifica dei data anagrafici forniti durante la sottoscrizione dei
servizi di Banca di Roma e stata riscontrata una incongruenza relativa ai dati anagrafici in oggetto da Lei forniti all momento della sottoscrizione contrattuale.

L’inserimento dei dati alterati puo costituire motivo di interruzione del servizio secondo gli art. 135 e 137/c da Lei accettati al momento della sottoscrizione, oltre a
costituire reato penalmente perseguibile secondo il C.P.P ar.415 del 2001 relativo alla
legge contro il riciclaggio e la transparenza dei dati forniti in auto certificazione.

Per ovviare al problema e necessaria la verifica e l’aggiornamento dei dati relativi all’anagrafica dell’Intestatario dei servizi bancari.

Effetuare l’aggiornamento dei dati cliccando sul seguente collegamento sicuro:………."

 

 

 

Comments are closed.