PHISHING. In arrivo falsa e-mail Banca Intesa. CODICI chiede provvedimenti

La truffa on line è sempre di moda.Vittime dell’ultimo tranello telematico sono i correntisti di Banca intesa. Ecco il testo dell’e-mail che è arrivato ad un cliente dell’istituto bancario: "Per motivi di sicurezza abbiamo sospeso il vostro conto di operazioni bancarie in linea a Banca Intesa. Dovete scattare il collegamento qui sotto e riempire la forma alla seguente pagina per realizzare il processo di verifica". La segnalazione del phishing viene da CODICI, che tempo fa aveva già denunciato un fatto del genere per Poste Italiane. L’associazione invita pertanto sia Banca Intesa sia la Polizia Postale a trovare al più presto delle soluzioni, in grado di tutelare e difendere i cittadini.

"Il phishing "tradizionale" – afferma il Segretario Nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli – è facilmente individuabile, perché i truffatori portano l’utente in un sito esterno a quello per il quale si spacciano mittenti. E’dunque sufficiente osservare l’indirizzo in cui ci si trova dopo aver cliccato sul link per scoprire dove si nasconde l’insidia. Fra l’altro, molti strumenti contro il phishing riconoscono questi siti truffaldini, impedendone l’accesso. La maggior parte dei filtri anti-phishing, oltre tutto, non riconoscono i tentativi di phishing realizzati utilizzando i siti originali. Quindi, un cliente, che ha installato e configurato a puntino la sua toolbar anti-phishing, rimane ugualmente esposto a rischio, soprattutto per la presunzione di essere già immune da tentativi di frode. Pertanto, CODICI sollecita Banca Intesa e la Polizia Postale a prendere i dovuti provvedimenti, al fine di tutelare i cittadini vittime di questo tipo di truffe".

 

Comments are closed.