PHISHING. Prima condanna a Milano

Il tribunale di Milano ha emesso ieri la prima sentenza di condanna italiana in materia di phishing. Il Giudice ha condannato un ventitreenne residente a Varese a due anni e otto mesi di reclusione, oltre a mille euro di multa e al risarcimento di 10mila euro per danni di immagine a favore di CartaSì – la società che figurava come mittente degli sms truffaldini – che con una denuncia della primavera dell’anno scorso aveva fatto partire le indagini della polizia postale.

Comments are closed.