POSTE. Antitrust, Lirosi (Pd): “Agenzia governativa non può essere indipendente”

Nei giorni scorsi la segnalazione dell’Autorità Antitrust: per la liberalizzazione del servizio postale e la garanzia di concorrenza nel settore è necessaria un’Autorità indipendente e imparziale. La presa di posizione è condivisa da Antonio Lirosi, responsabile Consumatori e commercio del Partito democratico, che sottolinea come sia importante dare seguito alla posizione assunta dall’Antitrust che "ha criticato la proposta del governo di istituire una nuova agenzia governativa di regolazione dei servizi postali, a seguito della progressiva liberalizzazione prevista dalla direttiva comunitaria”.

”E’ già singolare il fatto che attualmente nel nostro Paese l’autorità di regolazione del settore postale coincida di fatto con il dipartimento Comunicazioni del ministero dello Sviluppo economico, perché ciò non è conforme ai principi di indipendenza e imparzialità fissati dalla Ue – continua Lirosi – Anche l’istituenda agenzia di nomina ministeriale non potrà qualificarsi come soggetto indipendente”. Per Lirosi sarebbe allora meglio affidare il compito di vigilare sul servizio postale a una delle Autorità esistenti che si sono già occupate del tema. La creazione di nuovi apparati, argomenta Lirosi, è infatti dispendiosa per la spesa pubblica e finisce per alimentare soprattutto la creazione di nuovi posti di potere.

Comments are closed.