POSTE. Aumento caselle postali, Consumatori Aosta chiedono incontro alla Direzione

Unione Nazionale Consumatori, Federconsumatori, Adiconsum, Adoc, Avcu, Casa del Consumatore e Codacons di Aosta hanno chiesto un incontro alla direzione delle Poste di Aosta per discutere dello spropositato aumento del costo delle caselle postali in vigore dal 1° Gennaio 2010. "Le caselle postali sono utilizzate da diverse categorie, come ditte, aziende, Enti ed oltretutto le associazioni Onlus, come quelle di volontariato, per la difesa dei cittadini, la difesa dell’ambiente, sulla ricerca delle malattie ecc., e quindi che ne usufruiscono anche le attività non lucrative", spiegano le Associazioni che aggiungono: "Non possiamo che essere amareggiati di tale iniziativa da parte delle Poste, che continuano ad effettuare una politica di rincari. Vedi gli aumenti sul pagamento della bolletta, sui vaglia postali, sulle raccomandate A/R (spesso utilizzate solo per riuscire a rintracciare il documento inviato in caso di smarrimento, cosa che non potrebbe accadere tramite la posta ordinaria)".

Secondo le Associazioni, le aziende accetteranno l’aumento del costo del mantenimento della casella postale e continueranno ad usufruirne, ma faranno ricadere le maggiori spese sostenute sui servizi offerti ai consumatori, mentre Enti ed associazioni si vedranno costretti a chiudere la loro casella postale, creando anche ricadute negative sul personale delle poste.

Comments are closed.