POSTE. CODICI: negli altri paesi costi e servizi migliori

Nonostante Poste Italiane abbia aumentato il costo della raccomandata di 0,50 euro si registrano ancora disservizi nella consegna della posta, come segnalano molti cittadini romani al CODICI. In particolare, Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale dell’Associazione dei consumatori, ha esposto il suo disappunto in seguito ad una indagine effettuata dall’Osservatorio CODICI sui servizi e costi garantiti dalle aziende postali estere.

Nel dettaglio è stato rilevato che:

  • il Post office, ente sussidiario del Royal mail group inglese oltre ad avere tariffe minori per raccomandate e posta ordinaria garantisce un’indennità maggiore rispetto a Poste Italiane S.p.A, mediamente pari a £ 39 (euro 45,63) anche per i servizi dove la puntualità della consegna non è garantita nei tempi previsti;
  • il servizio Post irlandese sebbene abbia un prezzo medio per la registred post, l’equivalente della nostra raccomandata, maggiore alla media europea include un’assicurazione di base garantendo in caso di smarrimento un risarcimento medio di 235 euro per mancata consegna in territorio europeo. A questa assicurazione garantita automaticamente si può aggiunge per la posta nazionale, un’ulteriore premio assicurativo di 4 euro per arrivare ad un massimale di 1,500 Euro ed un premio di 5 euro per un massimale di 2,000. Il costo più elevato è dunque giustificato dalle maggiori garanzie che il servizio postale irlandese offre;
  • il Correos spagnolo sebbene suddivida costi e garanzie di servizio sulla base della struttura amministrativa della nazione, fornisce a fronte di un costo medio di euro 3,28 per raccomandata un rimborso prestabilito in caso di smarrimento pari a 30 Euro. Nel caso della posta internazionale un rimborso massimo di 3,000 euro.

"A fronte della nostra indagine – ha commentato Giacomelli – l’aumento dei prezzi deciso da Poste Italiane appare del tutto ingiustificato in relazione alle continue segnalazioni di inefficienze del servizio, che noi associazioni dei consumatori continuiamo a registrare ed alle quali non possiamo fornire adeguato supporto".

Comments are closed.