POSTE. Conti correnti in rosso per una virgola, Adiconsum: analizzare eventuali conciliazioni

Ieri numerisi correntisti di Poste Italiane sono stati vittime di un malfunzionamento del software dell’azienda per cui i loro conti correnti risultavano in rosso, pur non avendo eseguito alcuna operazione. Poste Italiane ha spiegato già nella serata di ieri che il problema è stato dovuto ad una virgola. Ma Adiconsum si fa portavoce delle vittime che hanno subito danni concreti, vista l’impossibilità di effettuare sia pagamenti che prelievi.

"Il salto della virgola dei decimali con i conseguenti addebiti sui conti dei correntisti Banco Posta non può essere liquidata da Poste Italiane solo con una semplice rassicurazione sul corretto riassetto dei conti – scrive l’Associazione dei consumatori – L’effetto più grave per alcuni potrebbe essere stato il mancato pagamento di bollette in scadenza nel giorno in cui si è verificato il guasto".

Adiconsum chiede quindi a Poste Italiane:

  • di prendere contatto con tutti i soggetti coinvolti (varie centinaia di migliaia), per informarli di quanto accaduto e sulle iniziative in corso;
  • di analizzare eventuali reclami in sede conciliativa, caso per caso, nessuno escluso;
  • di riavviare il confronto sui sistemi di sicurezza informatici.

 

Comments are closed.