POSTE. Sicurezza informatica e misure anti-phishing fra le proposte dei consumatori a Poste Italiane

Flussi e modalità da seguire per una corretta importazione dei pacchi internazionali; nuova organizzazione degli Uffici postali, con particolare riguardo alla costituzione delle Zone di Servizio; problematiche della sicurezza informatica e misure anti-phishing, principali risultati della qualità del recapito nel 2006: questi i temi affrontati nel secondo incontro annuale fra Poste italiane e Associazioni dei consumatori, che si è svolto il 19 giugno scorso.

Nel corso dell’incontro le Associazioni dei consumatori sono intervenute con domande di approfondimento e proposte per migliorare i servizi postali. Riguardo alla spedizione di oggetti non ammessi, è stata avanzata la proposta di inserimento sul sito internet, a disposizione degli utenti, di indicazioni puntuali e dettagliate per ridurre il numero delle spedizioni non consentite. Sul fronte dei reclami è stata suggerita una maggiore formazione del personale del call center e una maggiore tracciabilità delle spedizioni, grazie anche ad una più intensa collaborazione con gli operatori postali internazionali. È emersa inoltre la proposta di effettuare un nuovo monitoraggio della qualità del servizio all’interno degli Uffici postali, sulla base di un progetto pilota già realizzato in passato. E non è mancata la richiesta di garantire un servizio efficiente durante il periodo estivo. In tema di sicurezza informatica e misure anti-phishing adottate da Poste Italiane, le Associazioni hanno evidenziato la chiusura serale del call center (803.160) dopo le ore 23,00 e nei giorni di sabato e domenica: la restrizione di tale operatività non garantirebbe un’adeguata assistenza alla clientela in caso di furti, frodi o urgenze di vario tipo relative al conto BancoPosta e servizi accessori. Le associazioni hanno inoltre suggerito un loro coinvolgimento diretto nella procedura di rilevazione della qualità del recapito attraverso l’assegnazione a ciascuna di mille spedizioni da monitorare. L’azienda darà una risposta nelle prossime settimane.

Comments are closed.