PRATICHE SCORRETTE. “Doppi saldi” sui divani. Antitrust multa Poltronesofà per 170 mila euro

Le campagne pubblicitarie di Poltronesofà, segnalate fra luglio 2009 e febbraio 2010, riguardavano divani offerti a prezzi vantaggiosi, anche a metà prezzo, ma solo per un limitato periodo di tempo. Alla scadenza delle offerte, però, gli stessi divani venivano pubblicizzati allo stesso prezzo scontato dell’offerta iniziale, se non a un prezzo ulteriormente ribassato, addirittura a "doppi saldi". Per questo, scrive l’Antitrust nell’odierno bollettino, "Poltronesofà ha fornito informazioni non veritiere in merito alla durata e alle condizioni economiche delle proprie offerte promozionali, inducendo i consumatori ad assumere decisioni commerciali immediate e non consapevoli". Se avessero saputo dell’ulteriore promozione, nonché del nuovo ribassamento dei prezzi, i consumatori avrebbero probabilmente deciso di rimandare l’acquisto. Per questo l’Autorità Antitrust ha sanzionato per pratiche commerciali scorrette la società Poltronesofà SpA, alla quale è stata irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria di 170 mila euro.

L’altra pratica rientrata nella sanzione dell’Antitrust riguarda la pubblicazione, sul quotidiano "la Repubblica" del 20 novembre 2009, di un messaggio relativo ad un "sofà letto" modello "Zafferano" al prezzo scontato di 690 euro, senza l’indicazione che il prezzo non includeva il costo del letto con materasso, pari a 300 euro. Per l’Antitrust, "pubblicizzare un ‘sofà letto’ ad un determinato prezzo, non specificando che questo non comprende il costo del letto (peraltro di ammontare significativo), è idoneo ad indurre i destinatari in errore circa la reale convenienza dell’offerta, posto che i consumatori possono ragionevolmente ritenere che il prezzo di un ‘sofà-letto’ sia comprensivo anche del costo del letto, oltre che di quello del divano". Non è stata accolta, in questo caso, la difesa della società che parlava di "errore materiale inconsapevole".

Conclusione: "La pratica commerciale contestata a Poltronesofà – scrive l’Antitrust – si sostanzia nella diffusione di informazioni non veritiere e nell’omissione di informazioni rilevanti in merito alla durata, alle condizioni economiche e alle caratteristiche di alcune offerte promozionali relative a diversi modelli di divani, tali da alterare la percezione, da parte dei consumatori, della reale convenienza economica di dette offerte".

Comments are closed.