PREVIDENZA. CdM approva decreto

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto in materia di previdenza complementare. "In questo modo – ha affermato il ministro del Lavoro Cesare Damiano – si consente di cominciare a raccogliere nei fondi pensione il Tfr già da gennaio 2007". Entro 31 dicembre 2006, quindi, tutti i fondi pensione devono aggiornare i proprio statuti e i propri regolamenti per potere recepire le liquidazioni”. Lo scopo esclusivo di un fondo pensione complementare è quello di garantire prestazioni pensionistiche aggiuntive rispetto a quelle erogate dagli enti pubblici obbligatori.

"Erano necessarie alcune correzioni – spiega Damiano – per adeguare i fondi a raccogliere il Tfr. Tutto deve essere pronto entro il 31 dicembre 2006. Si tratta di un’operazione importante. Molti sono stati i tavoli tecnici con le numerose parti sociali interessate e nei giorni scorsi abbiamo incontrato, insieme al ministro della Funzione Pubblica e al sottosegretario all’Economia, i rappresentanti dei lavoratori del pubblico impiego. Siamo decisi a far partire la previdenza complementare anche nel settore statale il 1 gennaio 2007".

I destinatari del fondo pensione possono essere i lavoratori dipendenti pubblici e privati, quelli autonomi nonché i liberi professionisti e anche i soci lavoratori e i dipendenti di società cooperative ( per es.: di produzione e lavoro, sociali, agricole, della distribuzione cooperativistica).

Comments are closed.