PREVIDENZA. Inps paga in anticipo le pensioni di maggio alle vittime del sisma in Abruzzo

Da oggi sono in pagamento anticipato le rate della pensione di maggio 2009 per i 22.240 pensionati delle aree colpite dal sisma che ha scosso l’Abruzzo il 6 aprile scorso. L’Inps, in collaborazione con Poste Italiane e Istituti bancari, ha attivato il cosiddetto pagamento in circolarità delle pensioni, soltanto per quelle riscosse in contanti agli sportelli o tramite assegno circolare: si può riscuotere la pensione presso qualsiasi ufficio postale del territorio nazionale.

Allo stesso modo, potranno essere pagate le indennità previdenziali di sostegno del reddito ai circa 20mila lavoratori dipendenti ai quali l’ordinanza del Presidente del Consiglio n. 3754 assegna, a domanda, il trattamento di disoccupazione per sospensione dell’attività lavorativa.

L’Inps ha inoltre predisposto servizi alternativi di emergenza per garantire la continuità dei pagamenti, visto che il sisma ha danneggiato anche alcune sedi provinciali e regionali dell’Istituto della previdenza sociale.

Dal 16 aprile sono già in funzione 3 camper mobili, approntati in collaborazione con Poste Italiane, 2 nella tendopoli di piazza d’Armi all’Aquila, e uno nella tendopoli della cittadina di Paganica. Dal 20 aprile nella periferia dell’Aquila, due prefabbricati della Protezione Civile svolgeranno le funzioni della Sede Provinciale. La struttura sarà dotata di almeno 10 postazioni dove gli assicurati e i pensionati Inps potranno rivolgersi per avere informazioni nonché per presentare domande di prestazioni o per la gestione dei pagamenti.

Comments are closed.