PREVIDENZA. Sisma in Abruzzo, Inps sospende contribuzione e termini

Sospesi i termini prescrizionali, le procedure esecutive ed il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per le zone dell’Abruzzo colpite dal sisma del 6 aprile scorso. Lo ha deciso l’inps che ha emanato una circolare al fine di rendere note le disposizioni operative per attuare quanto stabilito dalle Ordinanze del Presidente del Consiglio numero 3753 e 3754.

In particolare, l’Ordinanza n. 3753 del 6 aprile ha sospeso fino al 31 dicembre 2009, per coloro che al 5 aprile 2009 erano residenti, avevano sede operativa o esercitavano la propria attività lavorativa nei comuni colpiti dal terremoto:
– i termini di prescrizione e decadenza, quelli perentori, legali e convenzionali, sostanziali e processuali, anche previdenziali, comportanti prescrizioni e decadenze da qualsiasi diritto, azione ed eccezione;
– i termini relativi ai processi esecutivi, mobiliari e immobiliari, nonché ad ogni altro titolo di credito avente forza esecutiva di data anteriore alla dichiarazione dello stato d’emergenza, incluse le procedure di esecuzione coattiva tributaria;
– i termini di notificazione dei processi verbali, di esecuzione del pagamento in misura ridotta, di svolgimento di attività difensiva e per la presentazione di ricorsi amministrativi e giudiziali.

La successiva Ordinanza n. 3754 del 9 aprile ha sospeso poi fino al 30 novembre 2009 il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali aventi scadenza nel periodo 6 aprile-30 novembre 2009. Possono beneficiare della sospensione i datori di lavoro privati, i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e agricoli) e gli iscritti alla gestione separata (committenti, liberi professionisti, ecc.), mentre sono esclusi dal beneficio i datori di lavoro pubblico.

Coloro che intendono usufruire della sospensione debbono inoltrare apposita istanza alla sede Inps di competenza.

 

Comments are closed.