PREZZI. Adiconsum chiede variazione periodica dei carburanti

Aumenti, continue variazioni di prezzo e nessuna decisione che favorisca la concorrenza e aiuti il consumatore a scegliere quale distributore di benzina sia più conveniente. È il quadro da cui parte Adiconsum per rilanciare la richiesta di una variazione periodica, e non giornaliera, del prezzo dei carburanti. Afferma il segretario generale Paolo Landi: "Il Governo decida la variazione periodica dei carburanti, un provvedimento che favorisce la concorrenza e riduce gli effetti speculativi".

Secondo l’associazione, infatti, i carburanti alla pompa sono l’unico bene che ha variazioni di prezzo anche giornaliere: in questo modo, nessuno può sapere quale sia la compagnia più conveniente, perché il prezzo varia giornalmente, e nelle variazioni "si inserisce la consueta speculazione sui tempi di adeguamento del prezzo alla pompa: immediato quando sale, in ritardo quando scende".

"La proposta avanzata al tavolo dei carburanti da Adiconsum, recepita anche dal sottosegretario Saglia, è quella di stabilire dei criteri in cui la variazione dei carburanti avvenga periodicamente, ogni 15 gg. o un mese, fermo restando il principio che ogni compagnia decide il proprio prezzo e lo mantiene per il periodo stabilito – afferma l’associazione – Un principio questo già applicato per l’energia elettrica e il gas con evidenti vantaggi per i consumatori". Il tutto va accompagnato da un aumento della concorrenza attraverso GDO e distributori indipendenti.

Comments are closed.