PREZZI. Adoc solidale con lo sciopero dei consumatori argentini contro il caro-pomodoro

In Argentina è iniziato lo sciopero del pomodoro. I consumatori per protestare contro l’aumento eccessivo del costo di questo ortaggio, che ha subito un rincaro del 350%, per cinque giorni ne "boicotteranno" l’acquisto. L’iniziativa si ispira al recente sciopero della pasta promosso dall’Adoc (insieme ad Adusbef, Codacons e Federconsumatori ) contro l’aumento eccessivo di prezzi dei beni di consumo, a cominciare da quelli di prima necessità.

"I risultati positivi del nostro sciopero della pasta hanno avuto molta risonanza in Sud America – ha commentato Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc. "Siamo solidali – ha aggiunto Pileri – con i consumatori argentini e apprezziamo la loro iniziativa contro il carovita". Il Presidente dell’Adoc ha proposto "alle associazioni dei consumatori locali un incontro, per delineare iniziative comuni al fine di risolvere problemi analoghi".

Comments are closed.