PREZZI. Auto, mercati in calo in Europa secondo l’Unrae

E’ dello 0,3% la flessione segnata dal mercato dell’auto nuova in Europa per il mese di gennaio 2008. Lo riferisce in un comunicato l’Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri (Unrae) che ha individuato la causa nelle "non buone performance di 4 su 5 grandi mercati che, da soli, costituiscono l’80% delle vendite dell’Europa Occidentale e il 74% dell’intera Europa allargata ai mercati dell’Est".

L’andamento del mercato italiano si inserisce secondo l’Unrae in un contesto europeo che segna il passo nel mese iniziale dell’anno. "Le prospettive dell’Italia dell’automobile – spiega l’associazione – ora dovranno tenere conto anche dell’influsso non secondario della campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento e del Governo cosa che, storicamente, ha quasi sempre inciso sulla domanda nei due mesi precedenti e nel mese successivo al ricorso alle urne".

"Il risultato di gennaio ed anche l’andamento di questa prima metà di febbraio – sottolinea il Segretario Generale dell’Unrae, Gianni Filipponi – sono, inoltre, chiaramente influenzati dall’attesa per la conversione in Legge del Decreto sugli incentivi al rinnovo del parco, che dovrà avvenire entro il 29 febbraio e dalle misure che penalizzano la circolazione dei diesel Euro 4 a Roma e a Milano".

L’andamento della domanda nel nostro Paese è caratterizzata, quindi, da elementi diversi rispetto a quelli degli altri 4 grandi mercati europei. La Francia, ad esempio, che ha avuto una caduta del 5,6%, ha subito l’influenza dell’introduzione del "bonus/malus" ecologico, che ha determinato per quasi tutti i segmenti un’anticipazione di acquisto.

In Spagna la colpa del -12,7% è imputabile alla nuova tassa di immatricolazione che penalizza le vetture con alti valori di emissione di CO2 e ha portato ad una anticipazione all’acquisto nel mese di dicembre. In Inghilterra, la flessione del 2,1% del mercato a gennaio è probabilmente legata al calo di fiducia dei consumatori conseguente, in parte, a quanto sta accadendo nel settore del credito.

Infine, in Germania, dopo il crollo del 2007, il mercato dell’auto sta dando qualche segno di recupero (+10,5%).Il dato però è ricavato dal confronto con il mese di gennaio 2007, segnato da grande depressione, se prendiamo in considerazione gennaio 2006, la crescita è del +1,1%.

Comments are closed.