PREZZI. Benzina, Adiconsum propone di mettere i prezzi sul tom tom

E come di consueto, con l’arrivo del Natale aumenta il prezzo dei carburanti. E i Consumatori tornano a chiedere al Governo di fare qualcosa. Nell’incontro dello scorso 17 dicembre al Ministero dello Sviluppo Economico, le associazioni dei consumatori hanno chiesto al Governo e alle compagnie petrolifere un impegno a non aumentare i carburanti in occasione delle feste e una serie di provvedimenti per favorire la concorrenza con un abbattimento dei costi di circa 10 cent/litro.

Adiconsum ribadisce alcune delle proposte avanzate:

  • sanzioni a chi non espone il prezzo sui totem;
  • variazione periodica dei carburanti per evitare la consueta speculazione dell’immediato aumento quando il prezzo del greggio sale e ritardata diminuzione quando scende;
  • ampliamento degli orari di servizio in particolare per i distributori che vendono anche prodotti non oil;
  • aumento della presenza dei self service;
  • eliminazione del sovraccosto a favore della società autostradali (royalty) sulla benzina venduta in autostrada (+10-15 cent/litro), sovraccosto spalmato poi dalle compagnie petrolifere ai distributori extra-autostradali;
  • ampliamento della rete di distribuzione GPL e metano e di quella indipendente (pompe bianche e presso GDO).

Infine, Adiconsum chiede che i prezzi praticati dal Ministero siano messi a disposizione sui tom tom affinché il consumatore possa sapere in ogni momento qual è il distributore più conveniente nella zona.

 

Comments are closed.