PREZZI. Benzina, Consumatori: “Non basta ridurre il differenziale con l’Europa”

Facendo benzina al self-service si risparmiano circa 2 centesimi a litro e si dimezza così il differenziale con l’Europa che oggi è tra i 3 e i 4 centesimi al litro. E’ quanto ha specificato il presidente dell’Unione Petrolifera, Pasquale De Vita, nel corso di una videochat su Corriere.it; De Vita ha quindi assicurato che "in 6-7 mesi" verrà allargata "la rete self service per dare la possibilità a tutti di risparmiare", visto che attualmente il Italia il self-service si trova nel 40% della rete. Gli automobilisti, secondo il Presidente dell’Unione Petrolifera, dovrebbero utilizzare più spesso il self service.

Immediata è giunta la critica di Federconsumatori e Adusbef. "In merito alla questione dei prezzi dei carburanti, non riteniamo affatto sufficiente la riduzione del differenziale con l’Europa, vogliamo molto di più" hanno dichiarato i Presidenti delle Associazioni, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti che chiedono misure utili ad un concreto e percepibile abbassamento dei prezzi in questo settore.

"Oltre all’incremento del self-service bisogna: da un lato, accelerare, come definito nel documento sottoscritto ieri, la razionalizzazione della rete, anche attraverso la trasformazione in non-oil degli attuali distributori; dall’altro, eliminare definitivamente gli ostacoli che intralciano l’apertura dei distributori presso la grande distribuzione. È indispensabile intervenire, inoltre, per assicurare una perfetta simmetria nella velocità di adeguamento dei prezzi con il variare del costo del petrolio, al fine di eliminare le speculazioni".

"Ribadiamo, infine – concludono Lannutti e Trefiletti – l’urgenza di rendere effettivamente operativa la cosiddetta accisa mobile che, qualora le variazioni del petrolio raggiungano livelli predeterminati, controbilanci l’automatico aumento dell’IVA, contribuendo così a calmierare il prezzo dei carburanti. Vorremmo poi ricordare, viste alcune letture poco attente fatte in merito al prezzo dei carburanti bloccato settimanalmente, che tale blocco si riferisce solamente agli aumenti e non ai ribassi che possono, anzi devono, avvenire".

Comments are closed.