PREZZI. Benzina, Consumatori: controllo perché questo scempio finisca

"Rivolgiamo un appello a chi ha responsabilità di verifica e controllo dei prezzi dei carburanti perché questo scempio finisca" – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. I Presidenti insistono nel ribadire che, a gennaio di quest’anno, il prezzo del petrolio veleggiava a cifre superiori all’attuale costo e la benzina veniva venduta sul mercato (dati del Ministero dello Sviluppo Economico) attorno a 1,30 Euro al litro.
"In questi giorni, sulle strade italiane, il prezzo della benzina raggiunge anche punte di 1,42-1,43 Euro al litro" dichiarano Trefiletti e Lannutti.

"È possibile che nessuno intervenga per far diminuire il prezzo a quei livelli, anche tenendo conto del cambio Euro/Dollaro e con lo stacco, ormai diventato strutturale, di 4 cent. in più dei prezzi italiani dei carburanti rispetto a quelli europei" si chiedono i presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Le Associazioni reiterano, per concludere, le proprie proposte:
– istituire una Commissione di controllo sulla doppia velocità di adeguamento dei prezzi dei carburanti rispetto all’andamento del costo del petrolio;
– completare la liberalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti e aprire la vendita nel canale della grande distribuzione;
– eliminare il distacco tra i costi industriali dei carburanti in Italia e in Europa.

Comments are closed.