PREZZI. Benzina, Consumatori in attesa della proposta Scajola

"Siamo ansiosi di sapere quali saranno le proposte che verranno presentate la prossima settimana per risolvere la questione dei prezzi dei carburanti". Così Rosario Trefiletti e Elio Lannutti (Presidenti Federconsumatori e Adusbef) commentano la notizia secondo cui è al vaglio del ministero dello Sviluppo Economico una proposta tesa ad abbassare il prezzo della benzina.

"Ci auguriamo che si tratti di misure concrete, che traducano in fatti, finalmente, le tante parole pronunciate finora a tale proposito" dichiarano i due Presidenti.

Le Associazioni fanno sapere che giudicheranno positivamente le proposte del Ministero se si orienteranno in direzione di:
1. La costituzione di una commissione di controllo super partes sul meccanismo della doppia velocità di adeguamento dei prezzi dei carburanti a seconda dell’andamento del costo del petrolio sui mercati internazionali;
2. La razionalizzazione della rete di distribuzione, facilitando anche la trasformazione degli attuali distributori di carburanti (oil) in distributori aperti alla vendita di altri beni (non-oil).
L’obiettivo è quello di arrivare ad almeno 2000 pompe bianche sul territorio nazionale che, non solo permettono di risparmiare anche 7-8 centesimi al litro, ma, grazie ad una loro significativa diffusione, diventano uno strumento di calmieramento dei prezzi;
3. L’abolizione dei millesimi dannosa e fuorviante ai fini di una reale comparazione tra i prezzi applicati delle diverse compagnie e dai diversi distributori;
4. Rendere strutturale il meccanismo di compensazione tra IVA ed accisa (che deve diventare, appunto, mobile), al fine di calmierare la tassazione sui carburanti;
5. Azzerare il costante distacco tra i prezzi industriali in Italia e in Europa.

Comments are closed.