PREZZI. Benzina, Federconsumatori e Adusbef: costa troppo rispetto alla media Ue

La benzina costa ancora "qualche centesimo di troppo" rispetto agli altri Paesi europei. Considerando il calo del petrolio, si tratta di almeno 6 o 7 centesimi in più che, se scontati, dovrebbero portare il prezzo di vendita intorno a 1,10-1,11 euro al litro. È quanto affermano in una nota i presidenti di Federconsumatori Rosario Trefiletti e di Adusbef Elio Lannutti.

Il risparmio per gli automobilisti, stimano le associazioni, sarebbe di circa 84 euro annui. Nella comparazione europea pesa invece un differenziale di 6 centesimi, con punte di circa 10 centesimi in confronto a Inghilterra e Polonia. Per questo le associazioni tornano a chiedere "un serio processo di liberalizzazione delle vendita dei carburanti" anche nella grande distribuzione: " Solo quest’ultimo processo – commentano – potrebbe portare a riduzioni di 10-11 centesimi di euro al litro di carburante, con risparmi di 120 euro l’anno. Risparmi che poi sarebbero amplificati dalle ricadute che i costi di tali prodotti hanno per il trasporto delle merci e per la relativa determinazione dei prezzi dei beni sul mercato".

Comments are closed.