PREZZI. Benzina, Osservatorio Federconsumatori: i dati della stangata

Benzina sempre in primo piano, anche se oggi – secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana – non ci sono variazioni dei prezzi alla pompa, con una media nazionale ponderata fra i diversi marchi che si attesta a 1,584 euro/litro per la benzina e a 1,497 euro/litro per il gasolio. A fare il punto della situazione sulle ricadute per i cittadini è l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che ribadisce la necessità di interventi urgenti.

Primo punto: le ricadute sulle tasche dei cittadini già pesano per 410 euro annui, fra i quali 240 euro in più di costi diretti e 170 euro in più di costi indiretti legati al trasporto dei beni su gomma. Sono saliti, con l’aumento dell’Iva, i guadagni dello Stato: l’Iva è aumentata di 4 centesimi al litro sia per la benzina che per il gasolio, con il risultato che l’Erario percepirà in più 1 miliardo 812 milioni di euro l’anno. Afferma l’Osservatorio: "Se si aggiungono, poi, gli ulteriori aumenti decisi sull’accisa della benzina di 2 centesimi al litro, il ricavo complessivo raggiungerà l’incredibile cifra di 2 miliardi e 124 milioni in più all’anno".

Secondo punto: l’andamento al rialzo dei prezzi e le ricadute sui cittadini proseguono dal 2010. Secondo il calcolo fatto da Federconsumatori a consuntivo 2010, "le cifre sono da capogiro". Per la benzina, vi è stato un aumento complessivo di 18 centesimi (da 1,30 euro/litro di gennaio a 1,48 euro/litro oggi), pari, secondo una media statistica, a un esborso di 9 centesimi in più al litro. Gli aumenti si sono tradotti in una spesa complessiva degli automobilisti di 1,51 miliardi di euro in più rispetto al 2009, di cui 168 miliardi in più per l’Erario.

Per il gasolio, nel 2010 c’è stato un aumento complessivo di 22 centesimi (da 1,14 euro/litro di gennaio a 1,36 euro/litro oggi), pari, secondo una media statistica, ad un esborso di 11 centesimi in più al litro, che si traduce in una spesa complessiva degli automobilisti di 3,3 miliardi di euro in più rispetto al 2009, di cui 360 miliardi in più per l’Erario. Nel 2010, quindi, "gli automobilisti hanno speso 4,81 miliardi di euro in più per i carburanti, di cui ben 528 milioni in più per l’Erario per via dell’aumento della tassazione".

Comments are closed.