PREZZI. Benzina, PD e Faib: attuare accisa mobile

L’aumento dei prezzi del carburante non incide negativamente solo sulle tasche dei consumatori ma anche sulle gestioni. Almeno stando alle parole del presidente della Faib-Confesercenti, Martino Landi: "Sulla rete è allarme tra i gestori. La grave situazione rischia, infatti, di avere ripercussioni pesantissime sul livello dei consumi danneggiando gli erogati e mettendo in seria difficoltà i gestori della distribuzione carburanti che, è bene ricordare, basano la loro redditività sul venduto e non sui prezzi".

Secondo Landi "è evidente che occorre un intervento legislativo del Governo che non può limitarsi ad incassare i premi derivanti dagli incrementi Iva. A questo punto, per senso di responsabilità il prezzo di benzina e gasolio deve essere subito calmierato per dare un pò di sollievo all’economia, alle imprese, alle famiglie ed ai gestori. Per fare questo – conclude Landi – il Governo basta che attui il provvedimento del dispositivo dell’accisa mobile trimestrale, previsto dalla legge finanziaria 2008 (legge 244/2007 commi 290/294), inserita dal governo Prodi proprio per fare fronte alle emergenze legate al caro petrolio."

La stessa proposta è stata fatta da Stefano Fassina, responsabile Economia e Antonio Lirosi, responsabile consumatori del Partito Democratico che dinanzi allo scenario attuale hanno chiesto al ministro Tremonti di approvare un decreto in attuazione della norma sulla c.d. accisa mobile trimestrale, voluta dal Governo Prodi e contenuta nella legge finanziaria 2008. E’ possibile abbassare subito il prezzo dei carburanti di qualche centesimo – insistono gli esponenti del Pd – mettendo il surplus di gettito a copertura di una immediata e temporanea diminuzione delle accise. Non lo chiediamo solo noi ma anche alcune parti sociali e le associazioni dei consumatori. È inaccettabile che chi detiene la responsabilità dei conti pubblici continui ad essere cointeressato al rialzo del prezzo del petrolio perché così all`erario arriva un piccolo tesoretto".

Comments are closed.