PREZZI. Benzina all’ipermercato: sì o no? Sondaggio di Quattroruote

Il periodico "Quattroruote" ha lanciato un sondaggio sulla vendita della benzina all’ipermercato. Lo ha fatto mettendo a confronto le posizioni di un esponente del "Sì" e di uno del "No", rispettivamente di Massimo Viviani, Direttore Generale di Federdistribuzione e Luca Squeri, Presidente Figisc (Gestori impianti stradali carburanti).

Secondo Viviani, l’incremento della vendita di carburante nei centri commerciali produrrebbe maggiore concorrenza e quindi un ribasso dei prezzi. Sul fronte occupazionale – sostiene il fronte del Sì – i giorni di apertura in più e gli orari prolungati farebbero ipotizzare un aumento di personale.

Di segno opposto le rilevazioni di Squeri secondo il quale in Francia dove la grande distribuzione organizzata detiene il 57% delle vendite di carburanti, la benzina costa, in media, 0,023 euro/litro in meno che in Italia. Inoltre – sostiene il rappresentante della c.d. corporazione dei gestori – la categoria ha già "pagato" con la scomparsa di 13.500 punti vendita in 30 anni.

E tu da che parte stai? Il Movimento Difesa del Cittadino, l’associazione di tutela dei consumatori da tempo schierata a favore della vendita della benzina negli ipermercati, invita i lettori di Help Consumatori ad esprimere la propria opinione partecipando al sondaggio di Quattroruote.

 

Comments are closed.