PREZZI. Benzina ancora su: al Sud tocca 1,641 euro/litro. Aduc: “Incomprensibile”

Tornano a salire i prezzi internazionali dei carburanti: la quotazione della benzina è aumentata di 13 dollari la tonnellata a 1.026 $/tonn., pari a 534 euro per mille litri (+6); per il gasolio il rialzo è di 7 dollari la tonnellata a 957 $/tonn., pari a 558 euro per mille litri (+4). Ma la notizia del giorno è l’ulteriore aumento dei prezzi alla pompa in Italia: oggi il rialzo è di Eni e segue gli aumenti decisi ieri e nel weekend dai concorrenti. Secondo il consueto monitoraggio della Staffetta Quotidiana, Eni questa mattina ha aumentato i prezzi consigliati di 2 centesimi al litro sulla benzina e di 0,5 centesimi al litro sul gasolio, portandosi su una media nazionale di 1,599 euro/litro per la benzina e 1,472 euro/litro per il gasolio. Il Gpl è fermo a 0,738 euro/litro.

Si registrano rialzi anche per Shell: +1 centesimo al litro su entrambi i prodotti con la benzina a 1,588 euro/litro e il gasolio a 1,471 euro/litro. Scendono invece Esso e IP: la prima registra un ribasso di 1,5 centesimi al litro su entrambi i prodotti con la verde a 1,598 euro/litro e il diesel a 1,473 euro/litro; per IP il calo è di 0,5 centesimi al litro sul solo gasolio, a 1,47 euro/litro.

I rialzi più significativi si registrano al Sud, dove si toccano punte massime fino a 1,641 euro/litro per la benzina, e 1,510 euro/litro per il diesel. E, secondo il monitoraggio di quotidianoenergia.it salgono anche le no-logo.

"Incomprensibile – denuncia l’Aduc – Non possiamo che definire così l’aumento del costo della benzina che è arrivata a 1,64 euro al litro, mentre diminuisce il costo del barile di petrolio". L’Aduc ricorda che a luglio 2008 il prezzo del petrolio era di 93 euro al barile e il prezzo della benzina era di 1,56 euro al litro. Oggi, il prezzo del petrolio è di 65 euro al barile e quello della benzina è arrivato a 1,64 euro al litro. "Mentre il prezzo del petrolio diminuisce, addirittura del 30%, quello della benzina aumenta in modo sproporzionato, anche considerando l’aumento di 4,19 centesimi di accisa più Iva. Sono i misteri dolorosi per gli automobilisti e di tutto il sistema dei trasporti che viaggia, in prevalenza su gomma". L’Aduc gira la domanda al Ministro per lo Sviluppo Economico, Paolo Romani.

 

Comments are closed.