PREZZI. Benzina, doppio rincaro per la accise. Consumatori: decisione sciagurata

Tempi duri per gli automobilisti. Per "fronteggiare l’emergenza immigrati", da oggi le accise su benzina e gasolio autotrazione sono aumentate di 4 centesimi al litro. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Dogane con la determinazione dirigenziale n. 77579/RU. Le nuove accise aumentano per la benzina a 611,30 euro per mille litri (da 571,30 euro per mille litri) e per il gasolio a 470,30 euro per mille litri (da 430,30 euro per mille litri). Il tutto da oggi fino al 30 giugno, perché dal 1° luglio entreranno in vigore anche i nuovi aumenti previsti dal decreto sul fondo unico dello spettacolo. Dal 1° luglio al 31 dicembre 2011 le accise, infatti, saliranno ancora a 613,20 euro per mille litri per la benzina e 472,20 euro per mille litri per il gasolio.

"Decisione sciagurata quella di aumentare l’accisa sui carburanti con la "scusa" dell’emergenza immigrati" commentano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti che aggiungono: "Alla luce di questa irresponsabile decisione, vi saranno ulteriori aumenti pari a 48 Euro annui per i costi diretti e 30 Euro per i costi indiretti! Una situazione intollerabile che peserà, ancora una volta, sulle tasche delle famiglie già svuotate dalle pesanti ricadute della crisi".

Comments are closed.