PREZZI. Benzina, ennesimo record: 1,553 euro/lt

"La situazione del caro-benzina sta diventando insostenibile, con le compagnie petrolifere che non vogliono assumersi alcun impegno di fronte al peggioramento della condizione dei gestori. A questo punto è inevitabile dichiarare lo stato di crisi dei gestori degli impianti. Di conseguenza se lo scenario non subirà variazioni la Faib con le altre associazioni di categoria è pronta a dichiarare lo stato di agitazione nazionale e lo sciopero". Lo ha dichiarato il Presidente della Faib-Confesercenti Martino Landi commentando la notizia riportata dal Quotidiano Energia circa il ritocco al rialzo (+0,004 euro al litro) dei listini della Shell.

Comments are closed.